Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Fade to Silence, il confronto fra PC e PlayStation 4

Abbiamo confrontato la versione PC e PS4 di Fade to Silence per capire quali e quante sono le differenze fra i due titoli.

THQ Nordic ha creduto nel videogioco survival e RPG di Black Forest Games, per questo Fade to Silence è stato pubblicato su PC, PlayStation 4 e console. Come già fatto in passato per Assassin’s Creed III Remastered e Borderlands Enhanced, abbiamo deciso di proporvi un confronto diretto fra la versione per computer e quella per la console Sony, comparando fra loro alcuni screenshot delle due edizioni.

La differenza che salta subito all’occhio è diversa palette cromatica. La versione console è infatti nettamente scura, mentre quella per Windows tende al blu, tuttavia bisogna sottolineare come il differente orario può aver influito sui colori. In ogni caso, entrambe le versioni condividono texture modelli tridimensionali molto simili, con la neve che però appare leggermente più dettagliata sotto i piedi del protagonista Ash su PC. Sul crinale delle montagne in lontananza possiamo invece notare come Fade to Silence per PlayStation 4 non mostri alberi a differenza della controparte. Piccolo appunto, l’assenza di detriti nell’immagine a sinistra è semplicemente legata al differente avanzamento nell’avventura delle due partite.

Anche durante le ore diurne, la versione PS4 si dimostra più scura. Tuttavia, a eccezione di texture e modelli leggermente più definiti, Fade to Silence è comunque sostanzialmente identico su entrambe le piattaforme. Le ombre sono infatti simili, i pochi fili d’erba in basso condividono la stessa forma e, ancora una volta l’unica grande differenza fra le due immagini sono gli elementi dello scenario più in lontananza.

Quest’ultimo confronto ci mostra però una migliore gestione dell’illuminazione nella versione PC. Su console, il meteo dinamico non è infatti in grado dar vita a effetti di luce molto evocativi. Si tratta però pur sempre di sottigliezze, che rendono l’esperienza identica ovunque decidiate di giocare a Fade to Silence. Purtroppo, su console il difetto più grave resta il framerate molto instabile che rende poco fluida la partita e in un gioco action RPG con permadeath non è il massimo. Anche su computer abbiamo comunque qualche scatto di troppo, probabilmente legato all’uso intensivo della memoria – Fade to Silence richiede 12 GB di RAM come requisito minimo, una richiesta piuttosto alta se paragonata a tanti altri videogiochi simili.

A conti fatti, Fade to Silence è esteticamente molto simile ovunque decidiate di giocarlo. Non è il videogioco perfetto, ma ci ha piacevolmente intrattenuto per diverse ore. Ciò che non abbiamo invece apprezzato è la scarsa fluidità nella generazione dei fotogrammi, problema accentuato maggiormente su PlayStation 4.

Fade to Silence è disponibile su Amazon.