PlayStation

Final Fantasy 7 Remake: endgame e Red XIII non deluderanno, le parole di Naoki Hamaguchi

In una recente intervista a Yoshinori Kitase e Naoki Hamaguchi, rispettivamente produttore e co-regista di Final Fantasy 7 Remake, sono state rilasciate interessanti dietro le quinte del videogioco, in particolare sull‘endgame e il ruolo di Red XIII: personaggio richiestissimo dalla fanbase, al di sopra delle aspettative del co-regista.

Diversi fan sono rimasti parecchio delusi alla notizia che Red XIII non sarà giocabile all’interno dei combattimenti, e che Final Fantasy 7 Remake sarà suddiviso in episodi non riprendendo l’intero arco narrativo del titolo originale. Le parole dei membri dello staff di Square Enix dovrebbero però rassicurare tutti i fan sulle scelte fatte dalla casa di sviluppo giapponese.

Final Fantasy VII

Ecco le parole di Naoki Hamaguchi in merito al ruolo di Red XIII:

Questo è il motivo per cui non abbiamo fatto di Red XIII un personaggio giocabile: avevamo pensato che, poiché si unisce alla squadra solo durante le ultime fasi, poterlo utilizzare come alleato con pieno potenziale di crescita non sarebbe stata un’esperienza soddisfacente per il giocatore. Così abbiamo deciso di farlo entrare per ora, solo come personaggio ospite.

Tuttavia, il team di sviluppo condivide il sentimento dei fan nei confronti di Red XIII, considerandolo un personaggio importante, e abbiamo progettato il suo gameplay in modo speciale per compensare il fatto che non sia giocabile in battaglia.

Non voglio rivelare esattamente cosa questo significhi perché voglio che la gente si diverta quando proverà il gioco, ma dirò soltanto che Final Fantasy 7 Remake ha aggiunto un nuovo piano superiore allo Shinra Building per mostrare un climax non presente nell’originale.

La chiave per navigare in questo piano sta nell’utilizzo delle abilità fisiche uniche di Red XIII per superare gli ostacoli ambientali. Lasciare che il giocatore sperimenti la sua eroicità in questo modo è qualcosa che sono sicuro piacerà ai fan.

Spero che tutti si divertano a vedere Red XIII entrare in azione nello sviluppo del climax della trama.

Namaguchi conclude brevemente l’intervista parlando dei contenuti endgame e delle differenzze col titolo originale, rassicurando i fan con le seguenti parole:

Posso dire che Final Fantasy 7 Remake è stato progettato come se fosse un gioco a sé stante, e di dimensioni paragonabili ad altri giochi Final Fantasy della linea principale.

Non voglio dire esattamente cosa ci sia in Final fantasy 7 Remake, ma se vi aspettate contenuti endgame, non rimarrete delusi

Ricordiamo a tutti che l’attuale pandemia di coronavirus (COVID-19), secondo Square Enix, non dovrebbe rimandare l’uscita di Final Fantasy Remake 7 del 10 Aprile, ma probabilmente non tutti i videogiocatori riceveranno la loro copia il giorno del lancio.

Potete preodirnare la vostra copia di Final Fantasy 7 Remake qui. Affrettatevi!