eSports

M21 e la scena competitiva di Magic Arena

Benvenuti a tutti a questo appuntamento particolare rispetto alla solita deck-tech settimanale. Oggi parliamo dello stato della scena competitiva di Mtg Arena! M21 è disponibile sulle piattaforme MtgO e Arena dal 25 giugno 2020, ormai insomma abbiamo sottomano le carte dell’espansione da circa due settimane: possiamo provare a tirare le somme di come si è adattato – o evoluto – il metagame grazie ai nuovi inserimenti del core-set.

Approfittiamo della Standard Metagame Challenge per dare uno sguardo approfondito a quello che sta succedendo al nostro gioco preferito.

Arriviamo a questa sfida – dove per vincere non ci è concessa nemmeno una sconfitta su dieci partite in Bo3 – da uno standard rivoluzionato con l’inserimento di carte e strategie nuove: il chiacchieratissimo Teferi, Master of Time (che per ora fatica a inserirsi), Conclave Mentor che ha dato nuova linfa alle strategie Selesnya aggro, Jolrael che si è fatta subito spazio in Bant Ramp e Terror of the Peak che non vede l’ora di frantumare qualche nostro avversario. Vediamo un po’ chi ce l’ha effettivamente fatta e chi no predendo spunto da alcune liste 7-0 recuperate sui vari account Twitter dei giocatori.

Magic Arena

Bant Ramp

Vediamo i dettagli sul deck e sul sideboard Bant Ramp.

Deck

  • 4 Breeding Pool
  • 4 Elspeth Conquers Death
  • 4 Fabled Passage
  • 2 Forest
  • 4 Growth Spiral
  • 4 Hallowed Fountain
  • 2 Hydroid Krasis
  • 2 Island
  • 3 Jolrael, Mwonvuli Recluse
  • 2 Nissa, Who Shakes the World
  • 2 Plains
  • 1 Scavenging Ooze
  • 2 Shark Typhoon
  • 3 Shatter the Sky
  • 3 Teferi, Master of Time
  • 4 Teferi, Time Raveler
  • 4 Temple Garden
  • 2 Temple of Enlightenment
  • 3 Temple of Mystery
  • 1 Temple of Plenty
  • 1 Ugin, the Spirit Dragon
  • 3 Uro, Titan of Nature’s Wrath

Sideboard

  • 1 Aether Gust
  • 4 Devout Decree
  • 2 Dovin’s Veto
  • 2 Mystical Dispute
  • 1 Narset, Parter of Veils
  • 1 Scavenging Ooze
  • 1 Shatter the Sky
  • 2 Tolsimir, Friend to Wolves
  • 1 Uro, Titan of Nature’s Wrath

Quello che era uno dei mazzi più popolari già prima dell’ultima espansione si conferma a livello di piazzamento fra i tier. Ho preso questa particolare lista perché sfrutta a pieno la sinergia fra Jolrael e Teferi, Master of Time. I nuovi inserimenti non si fermano qui, possiamo anche notare due copie (fra main e side) di Scavenging Ooze per prevenire gli Uro, Titan of Nature’s Wrath dei nostri avversari. Questo continuo posizionamento di Bant fra i primi della classe è la contro-prova di quanto la base Simic sia essenziale in questo momento dello standard. Il mazzo non può fare a meno di Growth Spiral e perderebbe moltissimo in consistenza senza Uro.

Rakdos Sacrifice

Vediamo i dettagli sul deck e sul sideboard Rakdos Sacrifice.

Companion

1 Jegantha, the Wellspring

Deck

  • 4 Blood Crypt
  • 2 Call of the Death-Dweller
  • 3 Castle Locthwain
  • 4 Cauldron Familiar
  • 4 Claim the Firstborn
  • 4 Fabled Passage
  • 4 Mayhem Devil
  • 3 Midnight Reaper
  • 2 Mountain
  • 4 Priest of Forgotten Gods
  • 3 Serrated Scorpion
  • 6 Swamp
  • 4 Temple of Malice
  • 3 Village Rites
  • 4 Witch’s Oven
  • 4 Woe Strider
  • 2 Gutterbones

Sideboard

  • 3 Agonizing Remorse
  • 3 Embereth Shieldbreaker
  • 1 Jegantha, the Wellspring
  • 1 Noxious Grasp
  • 4 Rotting Regisaur
  • 2 Scorching Dragonfire
  • 1 Act of Treason

Lista presa direttamente dallo streamer più popolare di tutto Mtg Arena: Crockeyz. Anche in questo caso vediamo un consolidarsi del power-level di uno degli archetipi più performanti dell’ ultimo anno di standard. M21 ha regalato una sola magia a questo mazzo ma il suo impatto è stato veramente importante, sto parlando di Village Rites! Con un solo mana nero potremo pescare due carte e con tutte le creature che propongono una recursion dal cimitero in questo mazzo praticamente non abbiamo down-side a giocare questa versione. Il gattino più odiato dello standard rimarrà ancora per un bel po’ fra le carte più giocate!

Mono-green Aggro

Vediamo i dettagli sul deck e sul sideboard Mono-green Aggro.

Deck

  • 4 Barkhide Troll
  • 4 Castle Garenbrig
  • 19 Forest
  • 3 Garruk’s Harbinger
  • 3 Gemrazer
  • 2 Kraul Harpooner
  • 4 Lovestruck Beast
  • 4 Pelt Collector
  • 2 Primal Might
  • 3 Questing Beast
  • 3 Scavenging Ooze
  • 4 Stonecoil Serpent
  • 2 The Great Henge
  • 3 Vivien, Arkbow Ranger

Sideboard

  • 2 Garruk, Unleashed
  • 1 Gemrazer
  • 4 Nullhide Ferox
  • 4 Ram Through
  • 4 Shifting Ceratops

Mono-green è decisamente il mazzo aggro che si sta affermando meglio di tutti in queste due settimane di nuovo meta. Rint (uno dei più accaniti e al contempo affermati player di questo archetipo su Arena) ha lasciato il segno e le sue liste di mono verde hanno preso sempre più piede. M21 ha portato un grande regalo all’ archetipo: Primal Might. Indiscutibilmente una delle migliori rare del formato in draft e possibilmente una delle carte più forti per strategie di questo tipo. Nella side troviamo due copie di Garruk, Unleashed, il nuovo planeswalker verde a costo quattro che rischia di spodestare Vivien dal maindeck, anche questo un acquisto direttamente dall’ ultima espansione.

Mono-Black Aggro

Vediamo i dettagli sul deck e sul sideboard Mono-Black Aggro.

Deck

  • 4 Blacklance Paragon
  • 4 Castle Locthwain
  • 4 Demonic Embrace
  • 3 Eliminate
  • 2 Grasp of Darkness
  • 4 Gutterbones
  • 4 Knight of the Ebon Legion
  • 3 Rankle, Master of Pranks
  • 4 Rotting Regisaur
  • 4 Serrated Scorpion
  • 4 Spawn of Mayhem
  • 20 Swamp

Sideboard

  • 2 Disfigure
  • 4 Drill Bit
  • 1 Eliminate
  • 2 Grafdigger’s Cage
  • 2 Grasp of Darkness
  • 4 Noxious Grasp

Eliminate, Grasp of Darkness e Demonic Embrace sono le carte che danno quello sprint in più a mono-black aggro. Sicuramente due removal secchi come sono i primi due e un boost sull’attacco con il +3/+1 dell’ aura possono riportare mono-nero nella posizione che si merita fra i nuovi e più performanti mazzi del formato.

Sultai Ramp

Vediamo i dettagli sul deck e sul sideboard Sultai Ramp.

Deck

  • 2 Aether Gust
  • 2 Arboreal Grazer
  • 4 Breeding Pool
  • 2 Casualties of War
  • 3 Cultivate
  • 4 Fabled Passage
  • 4 Forest
  • 4 Growth Spiral
  • 4 Hydroid Krasis
  • 3 Island
  • 2 Jolrael, Mwonvuli Recluse
  • 3 Nissa, Who Shakes the World
  • 4 Overgrown Tomb
  • 2 Shark Typhoon
  • 2 Swamp
  • 2 Teferi, Master of Time
  • 1 Temple of Mystery
  • 2 Ugin, the Spirit Dragon
  • 4 Uro, Titan of Nature’s Wrath
  • 2 Watery Grave
  • 4 Zagoth Triome

Sideboard

  • 1 Casualties of War
  • 3 Extinction Event
  • 2 Heartless Act
  • 2 Mystical Dispute
  • 1 Negate
  • 1 Noxious Grasp
  • 1 Scavenging Ooze
  • 3 Thought Distortion
  • 1 Wilt

La controparte “cattiva” rispetto a Bant Ramp. Invece di basare il nostro game-plan su maggiori interazioni fra le nostre carte decidiamo in questo caso di adottare la strategia “go big or go home”. Spell difficilmente gestibili e che sono in grado di ribaltare partite come Ugin, the Spirit Dragon e Casualties of War. Per arrivare a lanciare queste spell utilizziamo il meglio del ramp in standard, e al momento il meglio è veramente fantastico. Si aggiunge all’ottima compagnia di Arboreal Grazer e Growth Spiral anche Cultivate portandoci così a poter giocare senza alcun problema magie da sei o addirittura otto mana.

Simic Flash

Vediamo i dettagli sul deck e sul sideboard Simic Flash.

Deck

  • 2 Barrin, Tolarian Archmage
  • 4 Brazen Borrower
  • 4 Breeding Pool
  • 2 Brineborn Cutthroat
  • 2 Castle Vantress
  • 4 Fabled Passage
  • 5 Forest
  • 2 Frilled Mystic
  • 4 Growth Spiral
  • 8 Island
  • 4 Lofty Denial
  • 2 Mystical Dispute
  • 4 Nightpack Ambusher
  • 1 Nissa, Who Shakes the World
  • 4 Rewind
  • 4 Shark Typhoon
  • 2 Spectral Sailor
  • 2 Temple of Mystery

Sideboard

  • 3 Aether Gust
  • 3 Lovestruck Beast
  • 1 Mystical Dispute
  • 1 Narset’s Reversal
  • 2 Negate
  • 1 Nissa, Who Shakes the World
  • 2 Uro, Titan of Nature’s Wrath
  • 2 Wilt

L’ ultima lista che vi porto oggi è di un archetipo a me molto caro. Simic Flash può permettersi di tornare alla ribalta grazie alla stampa di quel gran counterspell che è Lofty Denial. Il resto del mazzo rimane relativamente simile al passato. Rewind poi è una magia fantastica in questa lista che ci permette di giocarlo, counterare una minaccia avversaria e poi risolvere un Nightpack Ambusher nello stesso turno: tanta roba!

Insomma, pare proprio che oltre al consolidamento dei vari tier di pre-M21 stiamo assistendo a degli smottamenti di grande portata per quello che riguarda il meta. Tutti i mazzi che stiamo vedendo in questi giorni dureranno? Sicuramente non tutti, ma molti potremmo portarceli avanti per tanto tempo ancora e questo non può che farmi piacere dato lo stato stagnante di cui ci si lamentava solamente un mesetto fa.

Per oggi è tutto ragazzi, alla prossima deck tech!