10 0 7.7 Override: Mech City Brawl
Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Override: Mech City Brawl recensione, il paradiso di chi ama i robottoni


Override: Mech City Brawl

Genere
Picchiaduro-Arena
Piattaforma
PC
Sviluppatore
The Balance Inc
Editore
Modus Games
Data di Uscita
3 dicembre 2018
Override: Mech City Brawl è un titolo multiplayer a base di mostri e robottoni, ecco la nostra recensione.

Override: Mech City Brawl è un titolo d’azione a base di robot giganti, praticamente già da sola questa è una – mezza – garanzia di successo, che condita con un buon sistema di controlli e un design interessante, può dare vita ad un gioco particolare e decisamente interessante. Il titolo è sviluppato da The Balance Inc e distribuito da Modus Games, e ci mette nei panni di uno tra tanti piloti che devono fare i conti con un’invasione aliena di tutto rispetto, a bordo dei loro fidati robottoni.

Mech City Brawl propone due modalità principali: la campagna in single-player e il classico multiplayer. Se la prima risulta di livello discreto, è chiaramente il multiplayer il punto forte di Override, che non presenta la parola “brawl” nel titolo casualmente. L’idea di fondo potrebbe ricordare a prima vista Super Smash Bros. ma il titolo Balance pur avendo dei tratti in comune con quello Nintendo è molto diverso.

Il mondo è stato invaso dai mostri, in una prefazione che fa molto Pacific Rim, tanto per citarne uno su tutti. Dopo aver scelto mezzo e pilota veniamo catapultati subito nel vivo dell’azione, che si svolge sostanzialmente in questo modo: arrivo, picchio, torno a casa. Fortunatamente sia arrivo che ritorno sono fasi che non gestiamo in prima persona, e al giocatore viene lasciato solo il divertente onere di menare mostri con un robot gigante.

I comandi, ma soprattutto i movimenti del nostro personaggio, soprattutto all’inizio potrebbero risultare un po’ particolari, costringendoci a fare i conti con tempi di reazione particolarmente lenti e attacchi da calibrare con tempismo e precisione. La verità è che stiamo pilotando un robot delle dimensioni di un palazzo, e la scelta di avere una certa meccanicità dei movimenti è assolutamente lecita. D’altra parte anche i nostri nemici non sono particolarmente veloci, e cercano di sopraffarci grazie all’elevato numero. Nulla che un po’ di calci o pugni ben piazzati non possano risolvere.

La campagna ci da la possibilità di scegliere le missioni che preferiamo, attraverso una mappa globale che ci sposta da un continente all’altro, facendo avanzare la trama con dialoghi e missioni apposite. Nulla di eclatante, ma sicuramente un buon modo di fare pratica in vista del multiplayer, o di passare un pomeriggio con un amico giocandola in modalità cooperativa.

Il comparto online è costituito da tre modalità: partite classificate, sfide 1 vs 1 e brawl. Se le prime due modalità sono piuttosto classiche, la brawl è dove troviamo qualche novità in più: possiamo infatti sfidarci in un tutti contro tutti (ma anche in un 3 vs 1 se ci va) in pieno stile da picchiaduro arena. Come se non bastasse ci viene anche data la possibilità di giocare in cooperativa… Pilotando in quattro lo stesso robot. Una modalità questa che fa – ovviamente – moltissimo Power Rangers, e che richiede un sacco di sintonia con gli altri giocatori, costretti a combattere contro i soliti brutali mostri.

Cuore del titolo è ovviamente il gameplay, che come già detto ha alla base delle meccaniche volutamente lente e più ragionate dei classici titoli di combattimento. Utilizzando i tasti dorsali del pad possiamo attaccare con i quattro arti, combinando il tutto con una serie di mosse speciali diverse per ogni robot. Il parco lottatori pur essendo scarso in numero è decisamente vario nel concept, passando per mecha lenti e devastanti, fino ad arrivare a costrutti pensati per il combattimento a distanza.

Bisogna ammettere tuttavia che il bilanciamento in questo senso non è ancora perfetto, e che alcuni robot danno a tratti – soprattutto online – la sensazione di essere praticamente imbattibili. Altra componente fondamentale di un titolo di combattimento sono le arene. Purtroppo in questo Override pecca un po’, offrendoci scenari visivamente diversi (ma nemmeno troppo), accompagnati però da una indiscutibile piattezza: non ci sono livelli diversi o la possibilità di sfruttare particolari elementi del paesaggio. A compensare in parte a questa mancanza abbiamo delle armi che compaiono nell’arena durante i match, e che possono essere raccolte e utilizzate a proprio piacere.

Override: Mech City Brawl è un ottimo tentativo indipendente di entrare nel mondo dei picchiaduro arena. Forte di un design azzeccato – sia a livello visivo che di gameplay – per i lottatori, questo titolo pecca un po’ nei contenuti, che sono veramente scarni. Nonostante ci sia la possibilità di personalizzare esteticamente e con upgrade il proprio robot, le poche modalità online e il numero esiguo di lottatori frenano questo promettente videogame. Il comparto tecnico è invece apprezzabile sotto tutti i punti di vista: ben ottimizzato e visivamente gradevole Mech City Brawl è un gran lavoro che arriva da un piccolo studio, il cui sforzo deve essere quindi ancor più apprezzato.

Se cercate un titolo che metta assieme robottoni e picchiaduro-arena, allora Mech City Brawl è indubbiamente il videogioco che cercate. Pur non essendo esente da qualche difetto, e appartenendo ad un genere che non tutti riescono ad apprezzare, Override offre un gameplay solido, un’atmosfera unica e piena di citazioni, ma soprattutto tanto divertimento.

Cercate un picchiaduro più dinamico? Allora il recentissimo Super Smash Bros. Ultimate è il titolo perfetto per voi.

Override: Mech City Brawl

Override: Mech City Brawl è un picchiaduro arena a tema robotico disponibile su PC, Xbox One e PlayStation 4

7.7
7.7

Verdetto

Override: Mech City Brawl pur non essendo esente da difetti è una produzione indipendente di tutto rispetto. Il prezzo contenuto e il gameplay fondamentalmente - soprattutto per gli amanti del genere - molto ben realizzato potrebbero rendervi dipendenti da questo picchiaduro arena. Se amate combattimenti rapidi e tanta ignoranza stateci lontani, in questo gioco sono fondamentali tecnica e tempismo. I pochi contenuti fanno calare il punteggio di questo divertente videogioco, che con un buon supporto potrebbe affermarsi alla grande con il passare del tempo.

Pro

- Gameplay divertente e ben studiato
- Personaggi vari sia esteticamente che nelle meccaniche
- La modalità co-op in 4 persone è una bella novità
- Grafica piacevole e buona ottimizzazione
- Ottimo comparto online
- Tantissime citazioni

Contro

- Non è un gioco per tutti
- Parco lottatori contenuto
- Arene piatte
- Pochi contenuti