PlayStation

PS5: la sua attesa condanna PS4?

La data d’ingresso alla tanta attesa next-gen è sempre più vicina e per alcuni sorge spontaneo interrogarsi sulle sorti di PS4. Che ne sarà della nostra compagna di svago? È meglio che cominci a preparare le valige? Come sapete, quando una console si avvicina alla fine della sua “vita” produttiva, sarà inevitabilmente vittima di un calo di acquisti e sarà svenduta a prezzi concorrenziali.

In realtà, però, la cara PS4 non sembra affatto esser destinata scomparire rapidamente dalle scene. In passato, si è verificato lo stesso con la produzione di PS3, cessata solamente nel 2017 – ovvero dopo quattro anni dal debutto di PlayStation 4. Quest’ultima è stata rilasciata a novembre 2013 e ha venduto oltre 100 milioni di unità nell’arco dell’attuale generazione videoludica. Inoltre, si stimano 41,5 milioni di utenti abbonati ai servizi online. Inoltre, si contano oltre 110 milioni di PS4 in giro per il mondo, una console che è stata molto apprezzata dai videogiocatori, configurandosi come campionessa di vendite.

PS4

Proprio per questo motivo, per riuscire a garantirne una distribuzione adeguata è necessaria una produzione efficiente. Esiste, infatti, un grande edificio alla periferia di Kisarazu, In Giappone, gestito da Sony Global Manufacturing & Operations (SGMO) e in cui decine di robot sfornano senza sosta una console PS4 ogni trenta secondi. Più precisamente, ci sono ben 32 robot prodotti da Mitsubishi Electric, che si occupano del montaggio vero e proprio. L’intera linea è lunga 31,4 metri e vi operano solamente quattro persone. In particolare, due posizionano le schede madri e altre due concludono il processo, impacchettando le console. Invece, dei 32 robot citati in precedenza, ben 26 di essi sono in grado di maneggiare abilmente diversi materiali – operando meglio di tantissimi altri tipi di robot. Ad esempio, sono in grado di collegare ottimamente alcune tipologie di cavo, che richiedono un delicato lavoro da parte del robot, che necessita di un braccio per sostenere il cavo e un altro per attorcigliarlo – operazione che può sembrare semplice per un essere umano, ma che risulta estremamente complessa per un robot.

Il General Architect di SGMO, Hiroyuki Kusakabe, afferma d’aver creato “delle linee di produzione redditizie”, al fine di abbassare i costi di produzione, visto che la PS4 è inevitabilmente destinata ad un calo delle vendite con il debutto di PS5. Come si evince, però, non si parla di arresto per il momento. Sin dal 1994, la PlayStation di Sony ha conquistato centinaia di milioni di fan in tutto il mondo. Perciò, non abbiamo dubbi e sappiamo che sarà in grado di accompagnarci al meglio nella prossima avventura, valorizzando al meglio il patrimonio di cui possiamo ancora beneficiare.

In attesa di PS5, possiamo ancora divertirci con PS4. Potete acquistare PS4 Slim su Amazon ad un ottimo prezzo, oppure usufruire di questa fantastica offerta se desiderate acquistare una PS4 Pro, disponibile anch’essa su Amazon. Non perdetevele!