PlayStation

Square Enix guarda al futuro e progetta i primi giochi basati sul cloud

Con l’arrivo del nuovo anno, il presidente e legale rappresentante di Square Enix Holdings Co. Yosuke Matsuda ha scritto una lettera pubblicata sul sito ufficiale del gruppo, per illustrare la posizione della società in merito alle tendenze attuali e future del settore dei videogiochi. Come prevedibile, data la natura aperta del pubblico a cui la lettera è indirizzata, non c’è alcun riferimento a titoli o serie specifiche della casa giapponese; troviamo invece molte riflessioni sullo stato attuale dell’industria e sul suo futuro in particolare in merito al cloud gaming, ai servizi in abbonamento e alle sfide tecnologiche ad esse collegate.

Uno dei passaggi principali è quello in cui Matsuda spiega che Square Enix ha già indirizzo i propri sforzi per sviluppare giochi definiti nativi per il cloud o cloud-centrici sforzandosi di creare nuove esperienze di gioco. Secondo il presidente della casa di Final Fantasy, infatti, nei prossimi cinque anni questa diventerà una delle tendenze principali grazie anche all’innovazione in termini tecnologici e di infrastrutture di comunicazione con il 5G. Per questo Square Enix non intende farsi trovare impreparata e vuole avere strategie flessibili che permettano di affrontare con successo le sfide future. Una riflessione non scontata per Square Enix che, più di ogni altra software house giapponese, nel passaggio dalla generazione della PlayStation 2 a quella della terza console Sony, aveva incontrato non poche difficoltà ad adeguarsi ai nuovi metodi di sviluppo dei giochi accumulando ritardi immani e risultati controversi su alcuni dei suoi franchise principali mostrando, appunto, scarsa capacità di adattamento alle novità.

Square Enix

Altri passaggi interessanti della lettera di Yosuke Matsuda riguardano il settore del gaming mobile. Il presidente di Square Enix spiega, molto chiaramente, che il mercato è ancora in crescita ma meno rispetto agli altri anni e che quindi sembra avere trovato un equilibrio nel quale solo i titoli migliori ormai riescono a emergere. Anche per questo molti giocatori tenderanno a guardare altrove, verso “qualcosa che sia originale e innovativo”.

Matsuda conferma poi che parallelamente agli sforzi nel campo del cloud gaming, anche lo sviluppo di titoli per la prossima generazione di console prosegue a pieno ritmo. Tra le altre tecnologie alle quali la casa giapponese guarda con interesse (in linea con altri colossi tecnologici/videoludici) ci sono anche la realtà aumentata e l’intelligenza artificiale con l’intenzione, da parte di Square Enix, di portare avanti il proprio impegno nel settore dell’IA non solo nel campo dei videogiochi ma anche in altri settori.

Final Fantasy VII Remake per PlayStation 4 si può già ordinare anche nella sua versione Deluxe Edition su Amazon.