Realtà virtuale

Valve: in futuro non verranno sviluppati solo giochi per la realtà virtuale

Il ritorno di Half-Life sta entusiasmando tutti i videogiocatori che possiedono un visore per la realtà virtuale. Valve ha puntato molto sulla VR per l’attesissimo ritorno di una saga che non faceva capolino nel mercato videoludico da ormai 13 anni, ma stando alle recenti dichiarazioni dello studio statunitense, i prossimi progetti non saranno necessariamente collegati alla realtà virtuale.

In una recente intervista con la redazione di VGC, il programmatore di Valve Robin Walker ha voluto affermare che il team non proseguirà per forza a sviluppare titoli per VR. Al momento, la compagnia non ha piani specifici e sono tutti molto aperti a lavorare su diverse tipologie di giochi poiché si andrebbero a presentare diverse opportunità stimolanti. “Non siamo legati a titoli esclusivi per la VR, come non lo siamo su giochi non legati alla realtà virtuale.”

Half-Life Alyx

“Siamo un’azienda con piena libertà”, ha continuato Walker. “Non dobbiamo produrre seguiti solo per il gusto di farlo e non dobbiamo attenerci a nessuna particolare visione riguardo al futuro dei videogiochi. So che ai giocatori può sembrare che ci stiamo rifiutando di rispondere a questo tipo di domande, ma la risposta più onesta che possiamo dare è che non sappiamo con certezza a che tipo di gioco lavoreremo in futuro.”

Vi ricordiamo che Half-Life Alyx è il titolo più recente sviluppato da Valve. Il gioco è già disponibile per PC per i visori VR come: Valve Index, HTC Vive, Oculus Rift e Windows Mixed Reality. Cosa ne pensate delle recenti dichiarazioni di Robin Walker? Che tipo di progetto vi piacerebbe vedere in futuro da Valve? Fatecelo sapere nella sezione dedicata ai commenti.

Se amate la saga di Half-Life, non lasciatevi scappare questa tazza brandizzata Black Mesa. La potete acquistare su Amazon a questo indirizzo.