Tom's Hardware Italia
Telco

Elisa, primo abbonamento 5G da 44,90 euro al mese

L'operatore finlandese Elisa è il primo al mondo ad aver confermato l'avvio della vendita di servizi dati 5G. Ieri è stata annunciata la commercializzazione di abbonamenti mobili consumer le reti delle città di Tampere (Finlandia) e Tallin (Estonia). Si parla di un'offerta dati a traffico illimitato da 44,90 euro al mese che consente una velocità massima […]

L'operatore finlandese Elisa è il primo al mondo ad aver confermato l'avvio della vendita di servizi dati 5G. Ieri è stata annunciata la commercializzazione di abbonamenti mobili consumer le reti delle città di Tampere (Finlandia) e Tallin (Estonia).

Si parla di un'offerta dati a traffico illimitato da 44,90 euro al mese che consente una velocità massima in download di 600 Mbps. Il problema però è che non vi sono router in quantità a disposizione e neanche smartphone, che arriveranno nei flag-store Elisa solo nel 2019. Quindi chi si abbonerà probabilmente ripiegherà su 4G e 3G per il momento.

elisa 5G offerta
(I 20 GB sono il traffico dati 4G in roaming UE)

Insomma, i potenziali clienti dovranno un po' muoversi in autonomia individuando sul mercato ciò che è disponibile oppure sperare che entro fine anno Elisa riesca a rifornire i suoi negozi.

Il Ministro dei Traporti e delle Comunicazioni finlandese Anne Berner ha dichiarato che dal prossimo autunno con l'assegnazione delle licenze 5G legate alle frequenze 3400-3800 Megahertz, il paese si porrà all'avanguardia nel settore. Elisa per il momento impiega una licenza temporanea.

Leggi anche: Qualcomm Snapdragon X50, modem 5G per gli smartphone 2019

Da ricordare che l'operatore finlandese vanta anche il primato della prima video-chiamata su rete 5G, effettuata dal Ministro dell'Economia estone Kadri Simson con un terminale Huawei. Quasi un ricorso storico considerato che nel 1991 insieme a Telenokia e Siemens permise la prima telefonata su rete GSM.

elisa

Elisa cita fra le peculiarità del servizio prestazioni velocistiche mai raggiunte e bassa latenza. Durante la presentazione stampa ha toccato i 2,2 Gbps in download su frequenza 3.5 GHz (e 100 megahertz di banda passante) con latenza a 10 ms. Con il bando delle frequenze però ognuno dei tre potenziali operatori principali dovrebbe poter disporre di 130 megahertz di banda passante e in prospettiva incrementare le prestazioni reali del servizio – oggi limitato a 600 Mbps.

Leggi anche: 5G, i primi smartphone già nel 2018 secondo Qualcomm

"Speriamo di ottenere il permesso, e così questa rete realizzata su stazioni radio permanenti continuerà a operare", ha dichiarato il responsabile di rete di Elisa, Eetu Prieur, a Tampere. Il partner tecnico è Huawei, mentre il resto della rete mobile tradizionale si basa su apparecchiature Nokia.


Tom's Consiglia

Per le vacanze i piccoli router portatili 4G sono davvero comodi. E poi anche uno Zyxel costa una bazzecola.