e-Gov

Il Garante del Mercato pinza altre 3 negozi online che promettono e non mantengono

L'Antitrust ha richiamato altri tre negozi online per pratiche commerciali scorrette. I motivi sono quelli di sempre: mancate consegne dei prodotti, diffusioni non veritiere delle disponibilità, mancato rispetto dei diritti contrattuali, etc.

ecommerce

Ormai l'AGCM si è resa conto che nell'e-commerce italiano qualcosa non torna. Gli ultimi tre casi riguardano la MGM, Il mercato dell'Affare e Zion Smart Shop. Il sito shoppingmgm.com non è più attivo ma i gestori hanno ricevuto una sanzione complessiva di 175mila euro per erronee "informazioni relative alla disponibilità dei prodotti e ai tempi di consegna" e per "opposizione di ostacoli all'esercizio dei diritti contrattuali dei consumatori acquirenti".

A Mercato dell'Affare invece è stato chiesto di "sospendere ogni attività diretta alla vendita di prodotti non disponibili". In caso di inottemperanza, è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da 10mila a 5 milioni di euro.

"Un analogo provvedimento è stato disposto, infine, a carico dell'impresa 'Zion Smart Shop' per pratiche commerciali scorrette", conclude la nota AGCM. "Anche queste condotte sono consistite nel diffondere informazioni non veritiere sulla disponibilità dei prodotti e sui tempi di consegna e nell'opporre difficoltà di varia natura all'esercizio dei diritti contrattuali dei consumatori". Se rispetterà la richiesta non verrà sanzionata; in caso contrario sarà comminata una sanzione compresa tra 10mila e 5 milioni di euro.

Il negozio è stato momentaneamente chiuso pare per "problemi familiari", stando a quanto riporta la pagina Facebook.