Tom's Hardware Italia
Home Cinema

LG Display contro-denuncia Samsung su OLED e design

LG Display ha deciso di rispondere alle accuse di spionaggio di Samsung depositando una denuncia per violazione di 7 brevetti correlati alla tecnologia OLED. Intanto sei ex dipendenti Samsung stanno lavorando da LG.

LG Display ha denunciato Samsung per la violazione di 7 brevetti riguardanti la tecnologia OLED. Secondo gli addetti ai lavori si tratterebbe di una vera e propria contro-denuncia. A inizio settembre infatti Samsung ha avviato un procedimento di ingiunzione nei confronti della concorrente praticamente per motivi analoghi: spionaggio industriale riguardante 18 "tecnologie segrete" OLED e altri 21 "dettagli rilevanti".

OLED che passione

LG Display non ha gradito e così ha deciso di rispondere al fuoco tirando in ballo violazioni riguardanti i pannelli OLED, circuiterie e il design di alcuni prodotti. Gli avvocati della (presunta) parte lesa puntano a un cospicuo risarcimento danni e al blocco delle vendite del Galaxy S III, Galaxy Tab 7.7 e del Galaxy Note.

Samsung e LG Electronics negli ultimi tempi hanno iniziato a fare scintille sul fronte OLED. Tutti ricordano ancora l'IFA 2012 quando entrambe si sono presentate con uno Smart TV OLED da 55 pollici. Le tecnologie adottate differivano in alcuni dettagli ma il tempismo ha lasciato perplessi. "Questa causa è stata avviata sia per difendere la proprietà intellettuale di LG Display che per sostenere la competizione corretta", si legge nel comunicato ufficiale LG. Non meno importante il danno di immagine all'azienda.

Resta il fatto che delle 11 persone accusate da Samsung di spionaggio, oggi 6 stranamente risultano essere dipendenti di LG Display. I cambi di casacca nel settore tecnologico ci sono sempre stati, resta da scoprire se a questo giro qualcuno abbia esagerato nello svuotare il vecchio ufficio.