Streaming e Web Service

Netflix ci classifica in principianti, osservatori e completatori per aiutare i creatori delle serie TV

Netflix classifica i suoi telespettatori in “principianti”, “osservatori” e “completatori” in relazione al tempo che dedicano alla fruizione dei suoi contenuti video in streaming. Questo sistema consente all’azienda di aiutare i team di creativi, i produttori e gli specialisti del settore a valutare l’appeal di ogni titolo e quindi prevedere il successo di ogni lavoro.

Il dettaglio si deve a una recente comunicazione fatta da Netflix alla Commissione del Parlamento inglese – che sta portando avanti un’indagine sui servizi di video-on-demand in relazione alle prospettive future del servizio pubblico. Nello specifico i deputati avevo espresso curiosità su quali dati venissero condivisi con i creatori dei progetti video. Netflix ha ammesso di impiegare una metrica che divide il pubblico in “principianti”, ovvero famiglie che guardano due minuti di un film o un episodio, e “completatori”, ovvero famiglie che guardano il 90% di un film o stagione di una serie per i primi sette e 28 giorni su Netflix.

“Condividiamo anche selettivamente gli ‘osservatori’ (ovvero famiglie che guardano il 70% di un film o un singolo episodio di una serie) sia con il pubblico che con i creatori. A seconda di quanto i nostri partner troveranno utili questi dati, prenderemo in considerazione la possibilità di condividerli nei paesi al di fuori dell’Europa e del Nord America”, spiega Netflix.

La classificazione consente ad esempio di comprendere se un titolo attira sia i principianti che i completatori allo stesso modo, oppure se vi sono contenuti che convertono i principianti in osservatori più agevolmente di altri.

“Vogliamo aiutare i creatori a capire come si comportano i loro titoli originali una volta rilasciati”, afferma Netflix in un altro punto della lettera. “A tal fine, abbiamo recentemente iniziato a condividere le metriche in modo più coerente con i registi e i produttori del Regno Unito in merito ai loro programmi e film”.

Ad esempio Stranger Things 3 che è stata la serie più seguita fino ad oggi con ben 64 milioni di famiglie si è contraddistinta per aver attirato i cosiddetti “osservatori” poiché per definizione Netflix calcola uno “spettatore” quando viene visto almeno il 70% di un episodio.