IoT

RoboMaster S1, il primo robot terrestre educativo di DJI

Arriva in Europa “RoboMaster S1“, il primo robot terrestre educativo di DJI, già visto a IFA 2019 il mese scorso. Disponibile al prezzo di 549 euro, S1 è stato progettato per ispirare più e meno giovani a scoprire le potenzialità della tecnologia robotica.

Ci si potrà divertire assemblando l’hardware personalizzato di S1, e imparando a guidare il robot programmandolo con Python e Scratch 3.0 per gareggiare con gli amici in mille modi diversi.

“DJI è sostenuto da un team di ingegneri che desiderano sfidare i limiti della tecnologia”, ha affermato Frank Wang, fondatore e CEO di DJI. “La passione è fondamentale, ma lo è anche l’opportunità di imparare a interagire con la tecnologia sin da piccoli. Abbiamo sviluppato RoboMaster S1 pensando alle future generazioni di innovatori, rendendo robotica e programmazione non solo più accessibili, ma anche più divertenti ed educative”.

RoboMaster S1, dove S1 sta per “Step 1”, punta a portare i meno esperti nel mondo dell’IA (intelligenza artificiale), dell’ingegneria e della robotica. Con comandi semplici, un’app dedicata (RoboMaster), menù facilmente navigabili e una vasta scelta di tutorial, S1 non solo è accessibile ai principianti, ma riesce anche a offrire funzionalità avanzate agli utenti già esperti con l’uso dell’IA e dotati di nozioni di ingegneria e robotica.

RoboMaster S1 ha trentuno sensori che permettono la mappatura dell’ambiente circostante; sei sono posizionati sulla corazza intelligente e sono utilizzabili durante le gare. Sulla parte superiore della struttura resistente di S1 è posta una fotocamera FPV con risoluzione 1080p, che invia immagini stabilizzate in tempo reale dal robot all’app RoboMaster.

Lo stabilizzatore meccanico ha inoltre un lanciatore di pallini gel non tossici o raggi infrarossi, in grado di limitare automaticamente la distanza e l’angolazione di lancio per garantire la sicurezza del gioco. S1 è componibile con parti DJI e inoltre include sei porte PWM (modulazione di larghezza di impulso) e una porta di controllo Sbus che consente di usufruire di componenti aggiuntivi per l’uso da parte degli utenti più esperti.

A novembre arriverà poi – grazie a un aggiornamento firmware – Intercom, attraverso il quale l’S1 potrà essere usato come interfono, trasmettendo clip audio dall’app RoboMaster al robot. Questa nuova funzionalità offrirà clip preregistrate nell’app e supporterà registrazioni importate localmente di una durata massima di 30 secondi.

L’aggiunta di porte Sbus consente il supporto di alcuni radiocomandi di terze parti insieme a una development board. Questa board permette ai clienti di aggiungere ancora più codici e parti personalizzate all’S1 e utilizzare linguaggi di programmazione aggiuntivi come il C/C++.

Usando la fotocamera FPV e la tecnologia di visione artificiale, S1 può identificare volti e diversi oggetti, riconoscere e rispondere a suoni e gesti, e ricevere segnali da altre unità S1. La potente unità di elaborazione centrale e il cavo CAN Bus omologato gli permettono di processare un’ampia quantità di dati, mantenendo un segnale di trasmissione stabile anche durante l’esecuzione di diverse attività.

Oltre al motore brushless personalizzato Da ben 100 watt, S1 monta quattro ruote meccano, comunemente utilizzate su robot da competizione, con dodici rulli ciascuna che ne permettono un movimento omnidirezionale e un controllo estremamente accurato. RoboMaster S1, grazie all’intelligenza artificiale, vanta sei funzionalità di riconoscimento, che includono:

  • Linea: create un percorso divertente e interattivo e personalizzato per S1. Attivate questa funzionalità dall’app RoboMaster e S1 seguirà automaticamente la linea indicata.
  • Marcatori Visivi: S1 può riconoscere fino a quarantaquattro marcatori visivi, inclusi numeri, lettere e caratteri speciali, per ampliare le possibilità di programmazione, sfida ed esercitazione.
  • Soggetti: integrato nella app RoboMaster, S1 può identificare e seguire una persona selezionata nel campo visivo della fotocamera.
  • Battito di mani: questo modulo integrato per il riconoscimento del battito delle mani può essere programmato in base al ritmo e al numero di battiti.
  • Gesti: S1 è programmabile per riconoscere una serie di gesti fisici simili a quelli riconosciuti da alcuni droni DJI.
  • Robot S1: S1 può riconoscere altre unità S1 ed eseguire movimenti particolari basati su come è stato programmato.

Gli utenti in cerca di opzioni più avanzate possono utilizzare Scratch 3.0 o Python per programmare S1 con funzionalità esclusive, dal movimento per aumentarne l’efficienza alla torsione delle quattro ruote.

L’opzione “Abilità programmate” porta l’apprendimento delle nozioni di programmazione nell’applicazione dell’ambiente reale. Programma e salva impostazioni e azioni personalizzate che ottimizzeranno le prestazioni di S1 per sferrare colpi decisivi sugli avversari, come ad esempio “Colpisci e via”, con cui S1 si gira e va al contrattacco dopo essere stato colpito alle spalle. Un’altra nuova funzionalità è la programmazione musicale con Scratch: sono state aggiunte 36 note musicali al modulo di programmazione, consentendo agli utenti di scrivere musica originale e far suonare il robot.

Utilizzando la telecamera FPV e la tecnologia di visione artificiale, S1 può anche guidare in modo autonomo. Progettando un percorso con il nastro adesivo fornito, S1 lo seguirà e registrerà persino i segnali stradali simulati utilizzando i marcatori di visione.

Nell’app RoboMaster è presente anche Road to Mastery, una serie di corsi a progetto per educare gli utenti al corretto uso dei linguaggi di programmazione. In aggiunta, RoboAcademy offre video informativi per esercitarsi e guide per introdurre all’utilizzo della robotica e dei linguaggi di programmazione.

I corsi offerti saranno costantemente aggiornati sia in RoboAcademy che su Road to Mastery. DJI continuerà a produrre più contenuti da aggiungere al curriculum “Road to Mastery” e “RoboAcademy” e anche nuovi blocchi per Scratch 3.0. Gli utenti possono seguire il loro sviluppo nel “MasterBoard” che registra i chilometri guidati, il tempo speso nella programmazione, il numero di lezioni completate, il numero di linee che eseguono il codice e il punteggio più alto della pratica.

S1 è ispirato ai robot progettati negli anni precedenti in occasione della gara internazionale di robotica RoboMaster di DJI ed è dotato di diverse modalità per gare interattive. La modalità Solo include i giochi “Tiro al bersaglio” e “Corsa al bersaglio”, in cui gli utenti devono scansionare marcatori visivi predefiniti. La modalità multigiocatore include i giochi “Gara” e “Tutti contro tutti”, ma L’aggiornamento di novembre citato in precedenza porterà anche la modalità “Conquista”.

In modalità Gara, gli utenti portano S1 a riconoscere i marcatori visivi numerati nella giusta sequenza; vince chi termina per primo. In Tutti contro tutti, gli utenti faranno sfidare i loro S1 a colpi di pallini di gel o raggi a infrarossi. Per un divertimento maggiore, la sfida multigiocatore offre quattro bonus misteriosi che i giocatori possono utilizzare contro i loro avversari. I bonus includono Vertigini, Interferenza elettromagnetica, Supervelocità e Invincibilità.

RoboMaster S1 e tutti i suoi accessori sono disponibili su store.dji.com e presso i rivenditori autorizzati. I nuovi update per l’S1 tra cui Intercom, MasterBoard e la modalità multigiocatore Conquista, saranno disponibili come detto tramite aggiornamento del firmware a novembre. Inoltre, sarà disponibile all’acquisto a novembre anche il kit PlayMore, che include il radiocomando, una scorta aggiuntiva di pallini gel, una batteria di riserva e il contenitore per pallini al prezzo di 169 euro.