Spazio e Scienze

Robot poliziotti in azione, sono il futuro della sicurezza?

Non siamo ancora dalle parti di Robocop ma i progetti in sviluppo o in corso di implementazione a Mosca e Dubai potrebbero costituire un primo passo in quella direzione. Nella capitale del Golfo Persico infatti da questa settimana stanno entrando in servizio le prime unità robotiche con compiti di polizia, mentre a Mosca un team dell'Istituto di Tecnologia sta sviluppando un altro robot che dovrebbe essere in grado di occuparsi della sicurezza negli stadi.

alantim
AlanTim

Chiamato AlanTim, quest'ultimo è un robot alto appena 1,20 m pensato per entrare in servizio ai prossimi mondiali di calcio che si terranno in Russia. A detta degli sviluppatori il robot non punta a un intervento "fisico" ma sarà invece in grado di rilevare e comprendere il comportamento degli esseri umani e le loro emozioni. Nel caso in cui rilevi aggressività nei comportamenti dei tifosi interverrà inizialmente per calmare gli animi grazie alla capacità di sostenere conversazioni complesse, altrimenti segnalerà la situazione alle forze dell'ordine, per un intervento più "sostanzioso".

01 8
Reem

Il robot che sta entrando in servizio a Dubai in queste ore nell'ambito del progetto pilota si chiama invece Reem ed è sviluppato dalla spagnola Pal-Robotics. Alto 1,70 m per 100 kg di peso, è dotato di display touch e carrello cingolato per gli spostamenti ed è gestito dall'IA di IBM Watson per quanto riguarda il riconoscimento dei comandi vocali.

Inizialmente fungerà più che altro da centro informazioni, consentendo la segnalazione di eventuali crimini, il pagamento di multe e sanzioni e l'invio di documenti in formato digitale. In futuro però l'implementazione finale sarà assai più versatile, tanto che le autorità mirano a rimpiazzare il 25% del personale delle forze di polizia attuali entro il 2030.


Tom's Consiglia

Un robot alla portata di tutti è questa riproduzione in scala di BB-8, il droide sferico di Star Wars – Il Risveglio della Forza.