Spazio e Scienze

Satellite IRIS in partenza per studiare il Sole

Alle 15:27 di oggi verrà lanciato in orbita il satellite IRIS (Interface Region Imaging Spectrograph) che avrà il compito di studiare il Sole. La missione della NASA ha infatti l'obiettivo di esaminare con una precisione che non ha precedenti lo strato più basso dell'atmosfera del Sole, comunemente conosciuto come cromosfera, che costituisce il motore del vento solare ed è la fonte principale dei raggi ultravioletti.

IRIS resterà in orbita tra la superficie e la corona solare – la parte più esterna dell'atmosfera – a circa 660 chilometri di distanza dalla superficie terrestre. Si muoverà dal Polo Nord al Polo Sud seguendo un'orbita polare sincrona rispetto al Sole.

Il satellite IRIS

L'obiettivo è quello di comprendere i meccanismi con cui materia ed energia si muovono dalla superficie del Sole fino allo strato atmosferico più esterno, passando da una temperatura di 6.000 gradi a oltre un milione di gradi.

Il Satellite è dotato di un telescopio a ultravioletti e di uno spettrografo. Le immagini in altissima risoluzione scattate dal telescopio ogni 5 secondi (catturando l'1% circa della luce solare) saranno inviate allo spettrografo che le elaborerà e le invierà sulla Terra. A questo punto la NASA le incrocerà con quelli delle altre missioni solari in corso, sperando di capire qual è la temperatura del gas solare, a quale velocità si muove e in che direzione.

Capiremo tutti i segreti del Sole?

Sarebbero così spiegate le cause degli sbalzi di temperatura e il ruolo del campo magnetico del Sole nelle tempeste solari. "Iris ci mostrerà la cromosfera con una precisione senza precedenti: credo proprio che vedremo qualcosa di inaspettato" ha commentato il vice responsabile scientifico della missione Adrian Daw.