Tom's Hardware Italia
Tecnologia

Sky e Dazn sotto indagine AGCM: i dettagli dell’istruttoria

L'AGCM nel bollettino di ieri ha dettagliato le istruttorie in corso a carico di Sky e Dazn in relazione ai pacchetti televisivi Calcio di Serie A.

Sky e Dazn sono finite sotto la lente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per numerose presunte violazioni del Codice del Consumo riguardanti i pacchetti televisivi Calcio di Serie A. I procedimenti istruttori sono iniziati la scorsa estate, ma ieri sono stati resi noti i dettagli dell’indagine.

Sky è accusata di aver attuato una “condotta ingannevole inerente alla modalità di presentazione, sul web e tramite spot televisivi, dell’offerta del pacchetto SKY Calcio per la stagione 2018/19”. Con il claim “Il tuo calcio, tutto da vivere” non avrebbe informato adeguatamente il consumatore sui limiti dell’offerta “relativa alla trasmissione e fruizione delle partite di serie A, in particolare, con riferimento alle fasce orarie”.

Inoltre nella fase di gestione dei contratti dei vecchi abbonati calcio avrebbe indotto al rinnovo automatico senza specificare la differenza di contenuti offerti tra la stagione scorsa e quella in corso. “Sky non avrebbe inoltre prospettato a tali clienti la possibilità, a fronte della modifica dell’offerta, di recedere senza il pagamento di penali, costi di disattivazione e restituzione degli eventuali sconti di cui hanno fruito”, prosegue AGCM. In pratica “non avrebbe richiesto il consenso espresso del consumatore per la nuova opzione del pacchetto SKY Calcio 2018/19 modificata e significativamente ridimensionata”.

Dazn invece è accusata di aver enfatizzato nelle sue campagne l’ubiquità del servizio “senza alcun riferimento alle numerose limitazioni tecniche che potrebbero, invece, renderne difficoltosa o addirittura impedirne la fruizione”. In secondo luogo avrebbe impiegato modalità informative di presentazione dell’offerta potenzialmente ingannevoli “in quanto contenenti messaggi volti a far credere di poter fruire di un ‘mese gratuito’ di offerta del servizio relativo al pacchetto di partite di calcio serie A, senza contratto”.

“Non c’è contratto, potrai disdire ogni mese” si leggeva sul sito, ma non corrisponderebbe a realtà poiché procedendo alla creazione del proprio account, bisogna effettuare una sottoscrizione dell’abbonamento “per il quale è previsto il rinnovo automatico, con conseguente esigenza di esercitare l’eventuale recesso per non rinnovarlo”.

Infine il consumatore sarebbe indotto a credere, avendo creato solo un account sulla homepage di DAZN, “di poter fruire del servizio per il primo mese senza alcun addebito”. In verità “l’iscrizione per la fruizione gratuita del primo mese comporterebbe l’automatico addebito dell’importo per i mesi successivi di utilizzo”.

Sky e Dazn hanno facoltà di intervenire nel procedimento in corso. Per l’esito bisognerà attendere diversi mesi.