Criptovalute

StopElon è la criptovaluta per chi odia Elon Musk

L’imprenditore e CEO di Tesla Elon Musk è una di figura divisiva, che si ama o si odia. La scelta di Tesla di interrompere i pagamenti in bitcoin, l’apertura del dibattito sull’impatto ambientale delle criptovalute e il sostegno cieco al Dogecoin potrebbero aver influenzato parzialmente il recente crollo finanziario delle criptovalute, per lo più addebitabile alla Cina e al suo sostegno allo yuan digitale. Questi eventi hanno comunque reso Elon Musk particolarmente inviso alla community degli appassionati e dei piccoli investitori in criptovalute. Dopo il lancio di una petizione in cui si chiedeva a Musk di restituire il suo patrimonio in bitcoin, ora è nata un’ambiziosa criptovaluta contro di lui. Di cosa si tratta?

Si tratta di un movimento più attivo di quanto si pensi, o almeno così pare visitando il sito STOPElon – NOW. In un paragrafo, intitolato “Perché dobbiamo fermare Elon Musk“, i creatori del sito presentano il loro punto di vista: “Elon Musk è famoso per aver manipolato irresponsabilmente il mercato delle criptovalute attraverso il suo account Twitter. Proprio di recente lo ha fatto di nuovo, causando un massiccio crollo […] quando ha twittato che Tesla cesserà di accettare Bitcoin come pagamento. Chiunque abbia anche solo un briciolo di pensiero critico vede attraverso le sue bugie. Ha cercato di pompare le criptovalute per anni, twittando a non finire, e persino andando al Saturday Night Live […] Sta giocando con il portafoglio della gente come una caramella, […] Noi diciamo BASTA. Per questo abbiamo creato $STOPELON […]”.

La presa di posizione si conclude chiedendo ai sostenitori della community di limitarsi ad adottare una tattica “buy-and-hold”, cioè di acquisto e di conservazione. Al momento sono stati emessi 1000 miliardi di token STOPELON, che si possono acquistare su Pancake Swap perché emessi su binance Smart Chain. La criptovaluta ha raggiunto i 34 milioni di dollari di capitalizzazione con 19.000 indirizzi circa. Anche se sembra l’ennesima criptovaluta speculativa, senza nessun caso d’uso, la road map del gruppo è ambiziosa e prevede addirittura un ingresso nel capitale di Tesla. I numeri del gruppo, per ora, sono contenuti: STOPELON gestisce un canale Telegram con 15.000 utenti e un account Twitter con 2.700 follower.

Mentre attendiamo di scoprire se STOPELON e i suoi sostenitori dovessero riuscire nell’impresa di spodestare Elon Musk, vi suggeriamo di seguire le ultime mosse del CEO di Tesla: dopo aver incontrato alcuni miner statunitensi, sarebbe tra i sostenitori di un neonato “Bitcoin Mining Council”. Un gesto che ha scatenato ampie e differenti reazioni all’interno della scena delle criptovalute.

Forse non sarete Elon Musk, ma un wallet hardware vi aiuterà a conservare e preservare i vostri guadagni in criptovaluta. Potete acquistarlo su Amazon.