Spazio e Scienze

Volerei su Marte con SpaceX se Musk mandasse prima sua mamma

Il celebre astrofisico Neil deGrasse Tyson ha detto di essere disposto a volare su Marte con SpaceX, a patto che Elon Musk soddisfi alcune condizioni. La prima e fondamentale è la certezza del ritorno a casa, perché "mi piace molto la Terra. Quindi qualsiasi viaggio intraprenderò nello Spazio voglio essere sicuro di poter tornare". Proprio per questo "non partirò per quel viaggio fino a quando Elon Musk non manderà su Marte la madre e la riporterà indietro".

depositphotos 52198727 l 2015 s bukley 1f1378043a94b72fbb765c1d960083c4e
Neil deGrasse Tyson. Crediti foto: © s bukley / Depositphotos

Sono state come sempre spiritose – ma con un fondo di verità e concretezza – le risposte che Neil deGrasse Tyson ha dato nel corso di una sessione "Ask Me Anything" tenutasi domenica scorsa su Reddit.

L'argomento del dibattere era il lancio storico di SpaceX della scorsa settimana, in cui il primo stadio riciclato del razzo Falcon 9 è decollato e atterrato in verticale. Dato che l'obiettivo di Musk è colonizzare Marte usando proprio i razzi riutilizzabili, a qualcuno è sembrato naturale chiedere se Tyson avrebbe mai pensato di partire per un viaggio di sola andata per Marte. L'astrofisico ha spiegato di essere un fan del lavoro di sviluppo dei razzi riutilizzabili portato avanti da SpaceX, perché "la riusabilità è senza dubbio la caratteristica fondamentale che rende accessibili le cose costose".

66f93d6b7921f8bc80e33cf571c96a0e2 277ff8519a058e39e7a89c6e240f08893

Però la prudenza è d'obbligo e si debbono considerare entrambe le facce della medaglia. Per questo Tyson si definisce "allo stesso tempo uno dei più grandi critici e sostenitori di SpaceX". Il motivo è che i progetti "che sono estremamente costosi e pericolosi, con ritorni incerti sugli investimenti, rendono difficile realizzare profitti […] per questo di solito sono prima i governi a fare queste cose, in modo da insegnare alle aziende private cosa fare e cosa non fare. La mia chiave di lettura è quindi che le aziende private non saranno le prime a inviare uomini su Marte, a meno che il Governo non contribuisca per far diventare il progetto una realtà".

Elon Musk
Mandaci prima tua mamma!

Riflessioni che vanno ben al di là delle considerazioni spicciole sulle finanze di SpaceX e sulla bontà dei progetti di Elon Musk, ma che puntano dritte al nocciolo della questione: va bene la smania e il sogno di andare su Marte, ma quale prezzo siamo disposti a pagare per arrivarci? Come abbiamo visto nella serie di contenuti sulla colonizzazione di Marte le incognite sono tante. 

mars one
Mars One

Pensando al progetto Mars One e alla lista degli astronauti che si dichiarano pronti a partire per Marte viene a volte da pensare che mettere dei paletti come ha fatto Tyson sia sintomo di codardia o di mancanza di spirito di avventura. Non vi sembra che al contrario mettere tutto sulla bilancia sia un atteggiamento assennato?

Cambiando argomento, se cercate delle affermazioni più "leggere" leggendo le risposte di Tyson ne troverete a bizzeffe. Per esempio ha scritto che probabilmente il secondo modo più interessante di morire sarebbe quello di essere vaporizzato da una supernova. Sul primo aveva già dibattuto in passato, e riguardava la caduta in un buco nero!

Avete altre idee altrettanto fantasiose?