Tom's Hardware Italia
Auto

PAL-V Liberty, concept di un’auto volante

L’uomo ha sempre cercato di migliorarsi per raggiungere nuove vette: dal mito di Icaro fino all’invenzione degli aeroplani, uno dei sogni proibiti dell’uomo è quello del volo, di battere la legge di gravità, di dondolarsi tra le onde del vento. Film Sci-Fi raccontano di mondi futuristici da molto tempo, e pellicole come Blade Runner o […]

L’uomo ha sempre cercato di migliorarsi per raggiungere nuove vette: dal mito di Icaro fino all’invenzione degli aeroplani, uno dei sogni proibiti dell’uomo è quello del volo, di battere la legge di gravità, di dondolarsi tra le onde del vento. Film Sci-Fi raccontano di mondi futuristici da molto tempo, e pellicole come Blade Runner o Il Quinto Elemento ci hanno fatto attendere l’arrivo di queste fantomatiche auto volanti. Non saranno come ve le immaginavate, ma forse stanno per arrivare.

PAL-V è un prodotto di un’azienda situata nei Paesi Bassi che ha unito l’idea di un veicolo a tre ruote con quella di un giroplano: attenzione a chiamarlo elicottero, non lo è. Infatti le sue eliche non sono motorizzate, bensì sfruttano l’aria avendo funzione di un paracadute continuo. Dai materiali più che ricercati alle tecnologie utilizzate, il PAL-V è un prodotto ben strutturato, che sfrutta l’ingegneria per raggiungere un risultato fino ad oggi quasi utopistico.

Esteticamente la vettura è stata lavorata anche da italiani, conferendo al prodotto uno stile unico e raffinato. Al suo interno l’attrezzatura è composta da tecnologia per nulla scadente, inserendo inoltre molti sensori utili per la parte in volo: anche i sedili trovano la loro raffinatezza con una ricercata pelle beige.

Il PAL-V può ospitare due persone, pesa 664 kg e ha un serbatoio di 100 litri. Può raggiungere i 160 km/h e il suo motore eroga circa 100 CV. Per il volo il veicolo può raggiungere i 140 km/h e ha un motore dedicato da circa 200 CV. Naturalmente ha dei limiti: non può superare i 3,5km di altitudine e può coprire 400 km di autonomia (500 km se si guida da soli).

Insomma, che ne pensate? È il futuro che pensavate vi avrebbe bussato alla porta, o solo uno strano tentativo?