Auto

Auto usata online, la rivoluzione BrumBrum

L’auto usata oggi si cerca anche online, anzi per molti il primo passo è cercarla sul marketplace di Facebook, su Subito o servizi simili. Sembra una cosa molto moderna, ma la verità è che quando si tratta di automobili il sistema di compravendita è, bene o male, uguale a sé stesso da parecchi decenni.

Ci sono state poche o nessuna innovazione, ed è proprio per questo che l’italiana BrumBrum è più della classica (e stantia) ventata di freschezza, ma un vero e proprio terremoto nel mercato delle automobili usate. Un mercato che, sia detto per inciso, vale più di quello delle auto nuove.

Il punto cruciale? BrumBrum vuole diventare un vero e proprio distributore nazionale di auto usate, qualcosa che non si era mai visto in Italia (e ben poco anche altrove, nel mondo). Non solo potete rivolgervi a loro dovunque viviate, ma potete comprare l’auto direttamente online e riceverla a casa. Già, proprio come siete abituati a fare con qualsiasi negozio online dove comprate gadget e piccoli oggetti.

Fantascienza? Forse sì, di certo fa strano pensare che qualcuno sarebbe disposto a pagare decine di migliaia di euro per il suo nuovo veicolo usato senza averlo visto dal vivo, e poi sedersi tranquillo aspettando che BrumBrum lo recapiti a casa. Eppure funziona così bene che l’azienda in tre anni è cresciuta enormemente, arrivando ad allestire un centro industriale a Reggio Emilia, nel cuore di quel territorio italiano chiamato Motor Valley. Un impianto industriale da 50mila metri quadri, dove a oggi lavorano circa 40 persone, con l’obiettivo di arrivare a 150 dipendenti entro il 2021.

Come funziona

BrumBrum, la carrozzeria

BrumBrum propone le proprie auto su un sito web, strutturato come un vero e proprio sito di eCommerce. Potreste vederlo come l’Amazon delle auto usate, e in effetti non sbagliereste di molto.

Basta infatti andare sul sito di BrumBrum e cercare l’auto che preferite. Potrete esaminarne una dettagliata scheda tecnica, e vedere le fotografie ad alta risoluzione, anche degli interni. Non manca la visione interattiva a 360 gradi, e si sta aggiungendo anche la visione dell’interno con la Realtà Virtuale (sarà necessario un visore tipo Google Cardboard). Una nota interessante è che BrumBrum mette in evidenza i difetti, come graffi o macchie, dove un venditore “tipico” cercherebbe di nasconderli.

Se vi convince potete procedere all’acquisto, versando subito un acconto con carta di credito. Per il saldo potrete procedere con bonifico bancario oppure attivare un finanziamento con Findomestic, il partner scelto da BrumBrum per questa operazione.

Una volta completato l’acquisto non dovrete far altro che aspettare la consegna in una delle 25 città dove BrumBrum effettua il servizio.

Tre anni di garanzia

BrumBrum, auto fotografate come dive

Come tutti gli acquisti online, potrete cambiare idea e restituire l’auto entro sette giorni. Chiarito questo aspetto, è importante anche sottolineare che BrumBrum offre almeno un anno di garanzia sulle auto usate che vende, che è obbligatorio per legge.

Ma per alcuni (molti) veicoli la tutela arriva persino a tre anni, per quelle auto che la società ha acquistato tramite Arval e che sono etichettate come “usato d’eccellenza”.

36 mesi in cui potrete guidare la vostra auto usata sapendo che per qualsiasi problema avrete a disposizione il servizio clienti di BrumBrum, e potrete rivolgervi a una delle molte officine convenzionate in tutta Italia. 

Ma come può BrumBrum prendersi un impegno simile su un’auto usata? Dopotutto, non è forse noto a tutti che con le macchine usate la fregatura è sempre dietro l’angolo? Ebbene, BrumBrum sta cancellando questo vecchio stereotipo.

BrumBrum, oltre 200 controlli sulle auto

È una rivoluzione fatta di tanti piccoli passi. Tanto per cominciare BrumBrum compra le auto che desidera vendere solo da partner selezionati con cura, dopo scegliendo solo i veicoli nelle giuste condizioni e con la giusta età. E compra solo modelli e allestimenti che sanno di poter vendere; lo sanno perché esiste, all’interno dell’azienda, una squadra che si occupa esclusivamente di analizzare il mercato: capire cosa vogliono i consumatori e qual è il giusto prezzo per un auto. Un’attività svolta con gli strumenti più moderni, vale a dire machine learning e intelligenza artificiale.

Successivamente l’auto viene sottoposta a una serie di oltre 200 controlli rigorosi, e se il risultato non dovesse essere soddisfacente l’auto viene rispedita al mittente.

Successivamente l’auto passa dall’officina meccanica e dalla carrozzeria, dove difetti piccoli e grandi vengono riparati. Senza nascondere nulla, perché la scheda tecnica di ogni auto riporta tutti i problemi e gli interventi che sono stati fatti; starà all’acquirente decidere se vuole procedere all’acquisto, sapendo ciò che compra. Niente fregature, in altre parole. Avrete un’auto ricondizionata e saprete quali interventi sono stati fatti.

Dopo i controlli e il passaggio in officina, dunque, BrumBrum è certa di mettere in vendita un’auto in buone condizioni, capace di durare tre anni senza dare problemi. Ed ecco perché può offrire 36 mesi di garanzia. Una cosa più unica che rara, quando si compra una macchina usata.

Auto usata online, pro e contro

Come abbiamo accennato, l’auto usata online di BrumBrum si può comprare online e ricevere a casa senza mai andare a vederla. Ma se abitate vicino a una delle sedi BrumBrum, potete liberamente recarvi presso i loro saloni ed eventualmente prenotare un test drive.

La principale differenza rispetto al tipico autosalone oppure alla compravendita tra privati è la distanza: con BrumBrum l’acquisto dell’auto usata diventa una faccenda nazionale, mentre con i sistemi nazionali si finisce per cercare un venditore che sia vicino a casa, al massimo entro una cinquantina di chilometri.

BrumBrum sta quindi ponendo le fondamenta per un mercato nazionale dell’auto usata. Qualcosa che non è mai esistito nel nostro paese, proprio perché fino a oggi non c’era un operatore di cui potersi fidare. Quest’azienda sembra avere le carte in regola per cambiare la situazione.

Si tratta di una differenza molto importante, perché permette al compratore di superare e ignorare i limiti tipici di un territorio. Il fondatore e AD Francesco Banfi, per esempio, ha sottolineato come i primi clienti di BrumBrum fossero sardi; vengono cioè da un territorio dove il mercato è più rigido, e BrumBrum ha permesso di ottenere prezzi migliori e maggiore varietà di scelta.