Auto

Cosa fare se si scarica la batteria di una Tesla Model S

Presto o tardi nella vita, a tutti capita di avere a che fare con una batteria scarica che impedisce di avviare l’auto: solitamente per risolvere il problema è sufficiente avere a disposizione un’altra auto in grado di accendersi e i cavi per collegare le due batterie tra loro.

Cosa succede invece su un’auto elettrica come la Tesla Model S, se la batteria si scarica completamente? Oggi ce lo racconta James May, famoso giornalista di auto e uno dei fondatori della community online DriveTribe, nel video che vi riportiamo in calce.

La Tesla Model S è dotata di due batterie: da una parte c’è il pacco batterie che si occupa di alimentare l’auto, dall’altra c’è una classica batteria a 12V che permette l’apertura dell’auto e tiene salvate in memoria le varie impostazioni dell’auto. Quest’ultima, dopo lunghe settimane di inutilizzo in garage, si è scaricata nonostante l’auto fosse collegata alla corrente: il sistema di ricarica infatti consente di ricaricare anche questa batteria, ma smette di farlo nel momento in cui la batteria più grossa è carica al 100% e non ha bisogno di ulteriore energia.

Questa impostazione ha fatto sì che l’auto, ferma per lungo tempo, avesse la batteria principale carica al 100% ma quella ausiliaria completamente scarica, dato che continuava il suo lavoro di alimentazione dei computer di bordo.

Capito il problema, May ha dovuto capire come raggiungere la batteria ausiliaria per collegarla alla corrente ed essere di nuovo in grado di utilizzare la sua Tesla. E’ stato necessario raggiungere gli sganci di emergenza del cofano frontale – nascosti dietro alle coperture di plastica dei passaruota anteriori – e rimuovere diverse plastiche prima di avvistare la batteria ausiliaria che necessitava di corrente, un’operazione che non tutti sarebbero a proprio agio nel fare nel garage di casa propria, e che non ci si aspetterebbe di dover fare su un’auto del calibro di una Tesla Model S.

Tutta l’operazione è durata circa un’ora, e ha creato un po’ di fastidio nel giornalista inglese, che ci tiene a metterci in guardia su questo difetto di progettazione della Model S.