Auto

J.D. Power boccia Tesla nel test di affidabilità 2021

J.D. Power è una compagnia americana specializzata nell’analisi di dati di mercato, fondata nel 1968. Ogni anno J.D. Power fa uno studio di affidabilità nel campo automotive, e per la prima volta quest’anno è stata presa in esame anche Tesla, che però non si è posizionata molto bene in classifica, strappando il 30° posto su 33 totali, superando soltanto Jaguar, Alfa Romeo e Land Rover.

I rating di affidabilità di J.D. Power sono calcolati raccogliendo le risposte di oltre 80,000 proprietari verificati, di veicoli che abbiano almeno 3 anni di età. Questa analisi si concentra sulla tipologia e sulla quantità di problemi riscontrati negli ultimi 12 mesi, dai proprietari di auto vecchie almeno 3 anni: più è basso il numero di problemi riscontrati, più sarà alto il risultato.

Ciò significa che nell’edizione 2021 dello studio di J.D. Power, sono state prese in esame le Tesla prodotte nel 2018: forse non vi ricorderete, ma il periodo tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 è stato molto difficile per Tesla, con diversi problemi di qualità costruttiva riscontrati sulle sue auto, dato che in quel periodo si stava cercando di aumentare il ritmo di produzione della Model 3. Fortunatamente nei mesi a venire del 2018, la compagnia di Musk riuscì a migliorare nettamente la qualità costruttiva, come ampiamente ammesso da diversi esperti del settore come Sandy Munro.

Lo studio di J.D. Power si suddivide in 177 categorie di problemi diversi, inclusi problemi all’impianto di condizionamento, problemi al sistema di infotainment, difetti estetici esterni e interni, e problemi al propulsore. La media, tra tutte le compagnie testate, di problemi riportati dai proprietari è di 122 problemi ogni 100 auto. Ai piani di alti della classifica troviamo Lexus, con 81 problemi per 100 veicoli, seguita da Porsche con 86, e infine Kia con 97 problemi su 100 auto. Tesla si è posizionata al 30° posto con 176 problemi per 100 veicoli, mentre Land Rover – all’ultimo posto della classifica – ha raggiunto ben 244 problemi su 100 auto.

Insomma nonostante i passi avanti, c’è ancora tanto margine di miglioramento per Tesla, e siamo davvero curiosi di scoprire se lo studio di affidabilità del 2022, quello che analizzerà le auto prodotte nell’arco del 2019, avrà risultati diversi visto il miglioramento nella qualità produttiva.