Auto

L’elezione di Joe Biden farà bene al mercato delle auto elettriche

Il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, ha in proposta un programma del valore di 2 triliardi di dollari da spendere in vari settori legati al clima, e tra questi ci sono anche incentivi pensati per modernizzare la flotta di veicoli che si muove negli USA.

Il duo Biden/Harris sta spingendo un programma che il Sierra Club ha definito il più forte e pulito mai spinto da un candidato presidente. Non sarà facile per Biden spingere al meglio questo programma, specialmente senza il controllo del Senato; senza il braccio legislativo al suo fianco, spingere queste nuove proposte di legge sarà un compito molto duro, ma non impossibile.

Alcuni punti del programma possono essere portati avanti anche senza il controllo del Senato; di recente Bloomberg ha riportato l’esistenza di una task force, guidata dall’ex Segretario di Stato John Kerry e dalla rappresentante del congresso Alexandria Ocasio-Cortez. La task force, coordinata da Biden, ha messo a punto un decalogo che punta ad una forte svolta “verde” per gli Stati Uniti.

Lo scorso anno era stato previsto un credito di 7000 $ sulle tasse relative all’acquisto di EV, credito poi abolito dalla Casa Bianca. Ora che Trump non è più al posto di comando, Biden potrebbe riproporre questa iniziativa utile ad aiutare i cittadini ad acquistare auto più nuove, un po’ come succede da noi con gli incentivi statali.

Un altro aspetto su cui si concentrerà la task force, è l’aggiornamento delle vetture statali e pubbliche: l’intera flotta composta da mezzo milione di scuola-bus sarà convertita – entro i prossimi 5 anni – in una flotta completa di bus elettrici a zero emissioni.

Si prosegue poi con l’ampliamento della rete di ricarica: il piano di Biden prevede fino a 500 mila punti di ricarica pubblici, sparsi in tutti gli Stati Uniti.

Il tutto poi viene coronato dai finanziamenti previsti appositamente per le realtà che producono veicoli elettrici sul territorio americano, aiutandole ad aggiornare e convertire le proprie linee di produzione, per passare alla produzione di veicoli elettrici. Altri finanziamenti sono previsti per supportare le start-up che intendono entrare nel mondo dell’elettrico, sempre che ci sia l’intenzione di produrre sul suolo americano.