Ibride e Elettriche

New York, divieto per i motori a combustione dal 2035

Lo Stato di New York ha firmato una norma che introduce il divieto di immatricolazione per i veicoli con motore a combustione entro il 2035. Non a caso, la legge firmata dal governatore Kathy Hochul, in precedenza approvata dall’Assemblea e dal Senato dello stato americano, lascerà sul mercato esclusivamente vetture elettriche, includendo non solo le auto ma anche i veicoli commerciali leggeri. Per quanto riguarda invece il divieto dei mezzi pesanti, nel provvedimento viene fissata la data del 2045.

Non dimentichiamo che il governo degli Stati Uniti punta a promuovere le vendite di nuovi veicoli elettrici con l’obiettivo di ridurre il consumo di combustibili fossili. Cosi facendo, si contribuirà a raggiungere gli obiettivi globali prefissati per rallentare il cambiamento climatico.

Le recenti devastazioni provocate dall’uragano Ida dimostrano ancora una volta che il cambiamento climatico è un problema reale, e che le mezze misure per combatterlo danno pochi, se non nulli, risultati. Dobbiamo prendere decisioni drastiche sin da ora, ha dichiarato il senatore democratico Pete Harckham.

Non casualmente, Joe Biden ha fatto un passo avanti verso l’elettrificazione degli Stati Uniti per ridurre i gas serra grazie ad un ordine esecutivo che mira a rendere elettrica la metà dei nuovi veicoli venduti entro il 2030. La città americana ha infatti ufficializzato che per raggiungere gli obiettivi climatici prefissati avrebbe bisogno di ben 400.000 veicoli elettrici su due milioni di proprietari di auto e furgoni entro il prossimo decennio. In tale prospettiva, la città punta all’installazione di un numero di punti di ricarica che potrebbe superare le 10.000 unità entro il 2030. 

New York sta implementando il piano più aggressivo a livello nazionale per ridurre le emissioni di gas serra e altri inquinanti. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo ridurre le emissioni dal settore dei trasporti, che è la più grande fonte di inquinamento ambientale all’interno del nostro stato, ha dichiarato la governatrice.