Tom's Hardware Italia
Auto

Nuove batterie TeraWatt a stato solido per le auto elettriche

La divisione della americana SF Motors è stata in grado di realizzare un nuovo tipo di batteria: la TeraWatt, che raggiunge una densità di ben 432 Wh/kg.

Continuano ad espandersi le frontiere dell’innovazione per le auto elettriche, infatti arrivano le nuove batterie TeraWatt che cambieranno in meglio le prestazioni di questo tipo di veicoli. Si tratta di batterie a stato solido sono state progettate in modo tale da avere una maggiore capacità riducendone al contempo sia il volume occupato che il peso.

il prototipo "tera 4.0"

È inutile dire che le batterie rappresentano una variabile basilare per avere ottime prestazioni in un’auto elettrica. Per questo motivo la TeraWatt Technology si è messa subito “in moto” per cercare di realizzare un prodotto innovativo che potesse migliore ulteriormente il rendimento delle auto in questione. Per studiare al meglio questo tipo di accumulatore, è stato preso in considerazione un pacco di batterie di una Tesla, esattamente la Model 3.

Ebbene, in questo caso le 2.170 celle di cui è composto hanno una densità pari a 247 Wh/kg. La divisione della americana di SF Motors è stata in grado di realizzare un nuovo tipo di batteria: la TeraWatt può infatti raggiungere una densità di ben 432 Wh/kg. Un grandissimo passo avanti se si tengono in considerazione le caratteristiche della batteria della Tesla Model 3, si parla infatti di una densità maggiore del 75%.

Non si era mai vista una batteria con queste qualità sino ad oggi, dunque il lavoro svolto dal team americano SF Motors è stato veramente eccellente. Sicuramente ci sarà ancora del tempo per ottimizzare la qualità di queste batterie, infatti le “Tera 3.0“(questo è il nome delle nuove batterie allo stato solido) arriveranno sul mercato a partire dal 2021.

La TeraWatt Technology si è già prefissata un obiettivo, prima dell’arrivo sul mercato delle nuove Tera 3.0  si dovrà raggiungere una densità pari a 450 Wh/kg. L’incremento di capacità specifica potrebbe non essere limitato solo al mondo “automotive”, infatti anche altri settori, quali smartphone o computer, potrebbero giovare dell’avanzamento tecnologico.