Auto

Nuovi standard SAE per la ricarica wireless delle auto elettriche

La SAE International, l’ente normativo americano fondato nel 1905 che si occupa dell’industria automobilistica e aerospaziale, ha fatto un grande passo avanti in merito alla tecnologia di ricarica wireless per le auto elettriche. Ad oggi questo tipo di ricarica per le auto elettriche non è affatto diffuso, anche se sono stati fatti esperimenti in Cina e in Nord Europa ma si è sempre preferito le classiche colonnine.

Con il rilascio degli standard SAE J2954 e SAE J2846/7, che indicano le specifiche tecniche sul trasferimento di energia dalla piastra di ricarica al pacchetto di batterie, speriamo che la ricarica senza fili possa diffondersi più velocemente.

Secondo quanto riporta Jack Pokrziwa, direttore della divisione automotive di SAE, questi standard garantiscono efficacia e sicurezza, oltre a rendere i prodotti di aziende diverse perfettamente compatibili, un aspetto assolutamente da non sottovalutare.

Nuovi standard, maggiore efficienza

Grazie ad una stretta e proficua collaborazione con le case produttrici di auto elettriche, SAE International è stata in grado di mettere a punto questi due standard che permettono di ricaricare l’auto fino a 11 kW mantenendo una distanza tra la piastra di ricarica e il veicolo di 25cm, con un’efficienza del 94%.

Chiaramente bisognerà trovare una soluzione per ovviare a problemi banali quali l’allineamento tra la piastra di ricarica in terra a quella sulla macchina, realizzando piastre a terra abbastanza grandi da adattarsi alle varie forme dei veicoli. Ma non è tutto, infatti si sta già pensando di realizzare un sistema in grado di dialogare con le auto in grado di parcheggiarsi da sole, così che l’utente non debba nemmeno preoccuparsi di parcheggiare l’auto nel posto giusto – una volta portata l’auto nelle vicinanze del punto di ricarica sarà lei stessa a posizionarsi nel modo corretto.

Restiamo alla finestra, in attesa di capire come si evolverà questo interessante mercato e di chi saranno i player più importanti.