Auto

Porsche Macan 2022: un teaser anticipa il design della vettura

Tra i suggestivi scatti relativi al progetto Porsche Unseen, uno in particolare ha catturato l’attenzione degli attenti fan della casa di Stoccarda.
Sullo sfondo della meravigliosa 919 Street che fa da protagonista dell’immagine, è stato avvistato quello che sembra essere a tutti gli effetti un modello in scala della nuova generazione di Porsche Macan prevista per il 2022.

Non si tratta di un semplice facelift, infatti seppur le proporzioni richiamino il Macan attuale, il muso presenta un taglio ben più aggressivo e quasi appuntito, mentre le prese d’aria di dimensioni sensibilmente ridotte fanno trasparire una scelta chiara sul propulsore in dotazione.

Macan 2022, cosa cambia?

Quest’ultima informazione corrobora maggiormente l’ipotesi che si tratti di un modello di Macan del tutto rivisto e con un propulsore innovativo, in quanto il frontale privo di ampie prese d’aria è diventato ormai il segno distintivo di una tipologia specifica di veicolo: l’elettrico.

La nuova generazione del compatto SUV di Stoccarda sarà infatti uno dei primo modelli ad utilizzare la piattaforma PPE (Premium Platform Electric) introdotta da Audi e che sarà lanciata sul mercato non prima del 2021.

L’attuale Macan ha subito un importante restyling nel 2018 e da quel momento ha abbandonato tutte le motorizzazioni diesel precedentemente a listino; infatti per rispettare le politiche ambientali di Stoccarda, i motori disponibili al lancio furono il 2.0 4 cilindri turbo-benzina da 245 CV per la Macan, e il 3.0 V6 turbo-benzina da 354 CV per la variante più prestazionale “S”.

Qualche mese più tardi venne poi introdotta la versione più estrema della gamma: la Macan Turbo. Questa vettura rappresenta la soluzione dedicata ai clienti più esigenti, è infatti caratterizzata da dettagli specifici come i freni Porsche Surface Coated Brake – abbreviato in PSCB – di serie e la possibilità di opzionare i carboceramici. In aggiunta, Porsche include le sospensioni pneumatiche e il sistema Porsche Torque Vectoring Plus, quest’ultimo capace di migliorare la stabilità e la risposta dinamica del piccolo SUV.

Obiettivo green quasi raggiunto

Le intenzioni della casa tedesca sono quindi chiare; il processo di conversione green è iniziato con l’eliminazione dei motori diesel e continuerà con l’abolizione anche dei classici propulsori a benzina, con l’obiettivo di favorire maggiormente la propulsione elettrica affiancando il Macan alla nuova arrivata Taycan.

Il design del futuro Macan non è ancora stato svelato ufficialmente sebbene le aspettative siano altissime, dal momento che si tratta di un modello ampiamente apprezzato in tutto il mondo con oltre 2900 consegne effettuate in Italia nel solo 2019.
La scelta della propulsione esclusivamente elettrica sarà una mossa vincente? Per scoprirlo non ci resta che attendere ancora diversi mesi, nell’attesa della finestra di lancio ufficiale.