Ibride e Elettriche

Prova, Kia Sorento Plug-in: dotazione super e consumi record in città

Kia è sicuramente uno dei marchi automobilistici che negli ultimi anni ha seguito un convincente percorso di crescita. Da costruttore di vetture “low cost” si è affermato come uno dei migliori generalisti, con prodotti di qualità e con un rapporto dotazione/prezzo davvero favorevole. Virtù ben dimostrata da Sorento Plug-in hybrid, Suv di fatto al vertice dell’offerta del costruttore coreano, e per questo ricco di contenuti. I prezzi partono da 53.000 euro.

La sua immagine è imponente: lunga 4,81 metri, la carrozzeria si sviluppa su linee tese e muscolose, che restituiscono presenza e tono su strada. Forme che comunque non sono troppo sofisticate, ma convincono per solidità e personalità. Non si tratta di eleganza, certo, ma piuttosto di un disegno concreto e fondamentalmente riconoscibile. Molto più raffinati, invece, gli interni.

Qui a dominare è sia l’attenzione ai dettagli, sia la dotazione tecnologica: i sedili sono rivestiti con materiali di buona qualità, hanno numerosi regolazioni elettriche (per conducente e passeggero anteriore) e sono davvero molto comodi. Anche la seconda fila, quella per i passeggeri posteriori, conta sulla possibilità di riscaldare le poltrone e inoltre per chi siede ai lati è presente un vano per riporre una bottiglietta d’acqua. Non manca neppure la tendina per ripararsi dal sole. Sorento è disponibile con configurazione a sette posti, la terza fila di sedili è ricavata dal bagagliaio: qui gli occupanti siedono in un ambiente meno luminoso ma comunque apprezzabile.

Lo spazio a bordo è notevole e si riesce a condividere in modo piacevole anche con cinque adulti a bordo. Sono numerose le prese USB, per ricaricare, o per mantenere la carica, dei propri dispositivi mobili. Kia Sorento, vista l’organizzazione dello spazio a bordo, è una vettura pensata principalmente per viaggiare, un modello la cui destinazione di utilizzo è l’autostrada, ambiente dove si distingue. Di consumi e di dinamica di guida, però, parleremo più avanti.

Il sistema di intrattenimento di bordo sfrutta uno schermo da 10,25″ con servizi Uvo Connect: è ricco di funzioni, ha grafiche accattivanti e colorate e un funzionamento abbastanza fluido. Connesso alla rete internet, offre contenuti utili anche nel corso di un viaggio, come il traffico in tempo reale e le condizioni meteo aggiornate. La disposizione delle icone è logica e intuitiva e permette di leggere il menù in modo chiaro e semplice. Non manca ovviamente la piena compatibilità con i protocolli Apple Car Play e Android Auto, per vedere replicate su schermo le applicazioni del proprio telefono cellulare.

La dotazione di sistemi di assistenza alla guida è tra le più complete oggi disponibili, ed è quasi tutto di serie. Questo tipo di integrazione ha permesso all’auto di ottenere l’omologazione al secondo livello di guida autonoma. Le tecnologie migliori sono qui presenti e sono ben calibrate: il cruise control adattivo frena e accelera nel traffico in modo convincente; il mantenimento della corsia non è mai brusco o impreciso e la frenata automatica di emergenza interviene solo in caso di reale necessità. Interessante il sistema di telecamere sotto gli specchietti che inserito l’indicatore di direzione, trasmette sul cruscotto digitale l’immagine esterna, una soluzione che consente di valutare con estrema precisione eventuali ostacoli.

L’unità di potenza di Kia Sorento è composta da un motore 1.6 litri turbo benzina da 180 Cv e 265 Nm di coppia, abbinato a un’unità elettrica da 66,9 kW e 304 Nm di coppia. Quest’ultima è alimentata da una batteria ricaricabile esternamente da 13,8 kWh di capacità massima. La potenza di sistema raggiunge così il notevole valore di 265 Cv. Un dato interessante che permette un’ottima fluidità di marcia, soprattutto sui tratti a scorrimento veloce: questo è l’ambiente dove Sorento si distingue, è stabile e rollio e beccheggio sono minimi in rapporto a peso e dimensioni.

Sui lunghi trasferimenti e a velocità di crociera, però, si avverte una certa rumorosità, dovuta soprattutto al motore termico che oltre i 110 km/h lavora su alti regimi di rotazione. I fruscii aerodinamici penetrano all’interno dell’abitacolo ma con minore insistenza. Nel complesso, il comfort acustico potrebbe essere migliore, soprattutto su di una vettura pensata per affrontare lunghi e impegnativi viaggi. Trasferendosi nel misto, le proporzioni di certo non aiutano l’agilità anche se Sorento ha mostrato un buon dinamismo.  Certo non si tratta di trasferire pure piacere di guida al conducente, però tutto sommato non si tratta neppure di una guida sgradevole o imprecisa. Si apprezza, a esempio, la reattività della struttura propulsiva.

In città Sorento ha dimostrato di sapersi comportare in modo davvero efficiente: l’intervento del motore elettrico è costante e ciò assicura brillantezza e precisione in ripartenza e nei sorpassi. Nonostante il segmento e la categoria di veicolo, Sorento si apprezza per disinvoltura anche nelle caotiche e trafficate strade urbane. I numerosi sistemi di assistenza alla guida e le telecamere perimetrali, inoltre, permettono di valutare con grande attenzione ingombri anche in fase di parcheggio…l’unico problema è trovarlo!

Il cambio automatico a sei rapporti è veloce e preciso e asseconda la richiesta di potenza a seconda delle necessità; il sistema di trazione integrale efficace nel distribuire la coppia in caso di scarsa aderenza o condizioni climatiche sfavorevoli. Di base l’auto è a trazione anteriore e può avere motricità anche sulle ruote posteriori in caso di bisogno. Esistono delle specifiche modalità di guida dedicate al mondo del fuoristrada, ma bisogna sempre tenere a mente che Sorento non è un veicolo pensato per avventure troppo impegnative. Si trova bene in autostrada e in città, lontano da asfalto solo per qualche leggera escursione.

Concludiamo con i consumi. La presenza del sistema ibrido plug-in è un’integrazione utile soprattutto in città, qui con batteria carica, si riescono a percorrere anche 20/22 km/l senza troppi problemi. Sui tratti a scorrimento veloce la percorrenza media varia tra i 15 e i 10 km/l; molto dipende dalla carica residua, viaggiando sempre con batteria carica si ottengono indubbi benefici, se del tutto scarica, in autostrada la media scende a 9 km/l. Ed é difficile fare di meglio. Per quanto riguarda i prezzi, il listino parte da 53 mila euro, un prezzo elevato ma competitivo se paragonato al resto dei Suv ibridi plug-in nello stesso segmento.

Kia Sorento plug-in hybrid

Con Sorento plug-in hybrid, Kia svela un SUV di alta gamma estremamente versatile in ogni occasione. Lo stile audace e riconoscibile sono alcuni degli aspetti chiave più importante di questa mastodontica vettura. Ottima la dotazione di serie e, in particolare, i sistemi di aiuti alla guida sempre molto apprezzati. Qualche perplessità invece sui tempi di ricarica lunghi, sull'insonorizzazione in autostrada e sull'autonomia in modalità elettrica.

Pro

  • Stile audace e riconoscibile
  • Ottima versatilità e dinamismo in città
  • Dotazione di aiuti alla guida è di ultima generazione

Contro

  • Tempi di ricarica lunghi
  • Insonorizzazione in autostrada
  • Autonomia in elettrico (60 km copribili solo in città)