Auto

Tesla e condizionatori, Musk fa sul serio

Elon Musk è tornato a parlare di condizionatori per la casa in un recente tweet dove sostiene che Tesla entrerà prossimamente in questo settore con tanto di marketing mirato. La sicurezza evidenziata in queste dichiarazioni deriva dai traguardi già raggiunti in campo automotive con la purificazione dell’aria nell’abitacolo della gamma Tesla.

Già conoscerete il famoso e altisonante Bioweapon Defense Mode, un sistema di purificazione dell’aria che la casa californiana ha introdotto qualche anno fa nelle proprie vetture. Meno dispendioso a livello energetico rispetto alle auto tradizionali, è anche più severo per quanto riguarda il blocco delle sostanze nocive presenti nell’aria.

Il nome deriva dalla sua vicinanza alle tecnologie militari tanto che Tesla ne sostiene la capacità di proteggerci addirittura da attacchi batteriologici. Da quando è stato presentato, però, non ci risulta di auto Tesla che siano state messe alla prova in questo campo, né di utenti tanto coraggiosi da provarne l’effettiva resistenza.

Al di là delle facili ironie, Musk aveva già accennato l’anno scorso all’uso di simili tecnologie in ambito casalingo, anche allo scopo di limitare la dispersione di calore ed energia legati all’uso di molti elettrodomestici contemporaneamente. Considerate le capacità di filtraggio dei sistemi Tesla, studiati in origine per ottimizzare le batterie presenti sulle auto elettriche, i consumi potrebbero scendere di parecchio mentre l’efficienza energetica casalinga vedere un netto rialzo.

Ripensando all’acquisizione di SolarCity con relativa produzione di pannelli solari e batterie, non è difficile guardare al futuro di Tesla come ad un marchio ecologico “a tutto tendo” con offerte mirate per la casa costruite sullo sviluppo delle tecnologie già applicate in campo automotive.

Viene da chiedersi come sarà presentato l’intero sistema visto che lo stesso Musk non si è mai trattenuto in ambito slogan. Se per le auto abbiamo visto l’arrivo di un Bioweapon Defense Mode, per le case non si può escludere un Nuclear Winter Mode…