Auto

Tesla, nuovi problemi con la KBA tedesca: possibile richiamo di 12,300 Model X

Nelle ultime settimane vi abbiamo parlato a più riprese della campagna di richiamo che Tesla sta per avviare, nei confronti di circa 158,000 veicoli, al fine di risolvere un problema tecnico nel sistema di infotainment. Il richiamo, come probabilmente ricorderete, è nato grazie all’indagine iniziata dalla NHTSA – l’organo statunitense che si occupa di sicurezza stradale – poi ripresa anche dalla KBA tedesca.

Secondo quanto riportano alcune fonti, l’autorità dei trasporti tedesca avrebbe richiesto a Tesla il richiamo di altre 12,300 unità di Model X a livello mondiale, tra cui 195 unità ad oggi circolanti in Germania e prodotte tra il 2015 e il 2016. Il problema nasce da un materiale adesivo utilizzato da Tesla per fissare alcuni elementi estetici dell’auto; pare infatti che questo adesivo si degradi troppo rapidamente, causando il distacco di alcuni elementi interni all’auto. E’ facile immaginare come un pezzo di abitacolo che si stacca durante la marcia potrebbe creare situazioni di pericolo, e per questo motivo la KBA ha richiesto a Tesla il richiamo di queste vetture.

Se siete nostri lettori assidui, probabilmente ricorderete che negli ultimi mesi Tesla è stata letteralmente sommersa di problematiche di questo tipo, a partire dai paraurti che si staccano a causa delle strade bagnate, passando per i pannelli in vetro del tetto che si staccano durante la marcia (anche in questo caso si trattava di un problema di materiale adesivo, ma stavolta la colpa era di un riparatore terzo che non aveva rispettato le specifiche) per finire con l’importante campagna di richiamo che sarà avviata entro la fine del mese, come vi abbiamo anticipato in apertura.

Tesla non si è espressa in merito, anche perché già da tempo la compagnia non ha più un reparto che si occupa di tenere i rapporti con la stampa, pertanto è praticamente impossibile avere un commento ufficiale sulle questioni Tesla.