Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Auto e Moto

Uber Taxi da oggi attivo a Torino, ed è prevista anche la ricevuta elettronica

Uber Taxi è attivo da oggi a Torino. In pratica chiunque vorrà prendere un taxi potrà farlo usando l’app di Uber, come avviene da tempo anche a Berlino, Dusseldorf, Atene, Dublino e Istanbul. Si arricchisce ulteriormente così l’offerta di servizi in Italia. Da ricordare infatti che attualmente operano Uber Black, Lux e Van a Roma e Milano.

“L’obiettivo di lungo termine di Uber è quello di diventare una piattaforma multimodale in grado di offrire diverse soluzioni per il trasporto, dalle auto con conducente professionista, ai taxi, alle bici, ai monopattini elettrici, fino alla possibilità di accedere al servizio di trasporto pubblico di linea”, sottolinea l’azienda.

Uber Taxi non è altro che un servizio pensato per consentire ai taxisti di impiegare al meglio il tempo alternando corse tradizionali con corse prenotate via app. Per altro sfruttando Uber Taxi potranno godere di una assicurazione AXA che garantisce copertura in caso di malattia o infortunio.

L’adesione a Uber Taxi sarà gratuita e i tassisti verseranno una quota pari al 7% del costo di ogni corsa come service fee”, spiega Uber. “Dopo diverse settimane di affiancamento ai tassisti per raccogliere i loro commenti, Uber ha deciso di introdurre anche un’opzione che consente ai passeggeri di lasciare una mancia”. Inoltre “Flex Pay” è attiva una modalità di pagamento flessibile che consentirà a tassisti di richiedere un pagamento giornaliero dei proventi delle corse da lunedì a venerdì.

Il passeggero, dal canto suo, avrà modo di accedere a informazioni sull’autista, dividere il costo della corsa, ottenere una ricevuta da Uber, visualizzare il percorso del proprio spostamento e, grazie al sistema di anonimizzazione, passeggeri e autisti potranno mettersi in contatto telefonicamente o via chat senza condividere il proprio numero di telefono. Inoltre ogni taxi che aderisce sarà dotato di un seggiolino per il trasporto dei bambini.

Da ricordare anche che l’app fornirà una stima dell’orario di arrivo del taxi e a destinazione. È possibile cancellare la corsa senza commissioni entro 2 minuti da quando la richiesta è stata accettata. Dopo i due minuti si dovrà pagare una penale di 5 euro.

“Siamo molto felici di lanciare Uber Taxi per la prima volta in Italia proprio qui a Torino. Come il nostro CEO ha detto recentemente, vogliamo essere partner di lungo periodo per l’Italia e le sue città. Il lancio di oggi è solo un primo passo per costruire città più pulite e smart, lavorando insieme a tutti coloro che contribuiscono a definire la mobilità urbana, a partire dai taxi”, ha commentato un portavoce di Uber.