Auto

Volkswagen investe 27 miliardi nello sviluppo software

Dopo il lancio un po’ difficoltoso della nuova Volkswagen ID.3, falcidiata dai problemi software, sembra che la casa tedesca abbia modificato il suo approccio, concentrandosi con maggior attenzione sullo sviluppo del software installato sull’auto. Questa decisione è evidente grazie al nuovo piano di investimenti a 5 anni – del valore di 150 miliardi di euro – durante i quali Volkswagen spenderà ingenti somme per lo sviluppo di nuove tecnologie digitali.

Nel corso dei prossimi 5 anni, Volkswagen investirà ben 27 miliardi di euro nello sviluppo software, esattamente il doppio di quanto era stato ipotizzato lo scorso anno. Bisogna alzare il ritmo, mettersi al passo coi tempi per essere non solo competitivi, ma vincenti, sul mercato delle auto elettriche.

Ad oggi, solo il 10% del software di Volkswagen è sviluppato internamente, ma con il nuovo piano di investimenti questo numero dovrebbe aumentare fino al 60%; si tratta di un approccio simile a quello di Tesla, anche se in scala ridotta, considerato che il produttore americano realizza il proprio software internamente all’azienda. L’integrazione tra hardware e software in Tesla è così forte, che la compagnia ha persino progettato i chip che vengono utilizzati per il computer che gestisce l’Autopilot.

Durante il summit svoltosi a Handelsblatt, il CEO del gruppo Volkswagen Herbet Diess ha sottolineato come questo cambio di rotta verso un mondo digitale sia ben più difficile rispetto al passaggio alla produzione di auto elettriche. In seguito a un incontro con Elon Musk, che ha avuto modo di testare personalmente una ID.3, Diess ha confermato l’intenzione dell’azienda di concentrarsi sul migliorare l’auto a livello software, con aggiornamenti che saranno diffusi over-the-air. Durante la prova, Musk è rimasto piacevolmente impressionato dalla ID.3 e dal prezzo a cui viene proposta, e la speranza è che anche Tesla decida di realizzare un’auto per quella fascia di mercato, visti gli scarsi risultati ottenuti da Tesla quando ha cercato di ridurre il prezzo delle sue auto.

Entro pochi anni, Volkswagen dovrà essere in grado di rilasciare aggiornamenti OTA allo stesso ritmo e con la stessa qualità di Tesla.

“I nuovi veicoli ID riceveranno il primo aggiornamento nel 2021, ma poi dovremo aumentare il ritmo. Entro il 2023 e 2024, vogliamo essere in una posizione che ci permetta di rilasciare aggiornamenti OTA come fa Tesla oggi.”