Ibride e Elettriche

Volkswagen Polo 2021: più tecnologia e niente diesel

Il restyling delle vetture Volkswagen continua con l’annuncio della nuova Polo, che prevede ora uno stile più vicino a quello di ID.3, Golf e Arteon. Durante la presentazione, il responsabile del design di Volkswagen e della ID.3, Marco Pavone, ha affermato che il family feeling rappresenta un aspetto fondamentale in quanto rende l’auto più riconoscibile.

Le maggiori modifiche estetiche coinvolgono quindi la firma luminosa, ora conosciuta con il nome “IQ Light”, che per la prima volta è di tipologia LED Matrix. In aggiunta alle modifiche stilistiche, la Polo è ora disponibile con l’assistente di guida Travel Assist, una funzionalità di guida autonoma di secondo livello, vista per la prima volta sulla Passat, che riunisce il cruise control adattivo e l’assistenza al mantenimento della corsia per consentire una guida parzialmente automatizzata.

Rinnovati anche gli interni, la Polo 2021 integra ora l’ultimo sistema di infotainment Volkswagen con un touchscreen da 6,5 pollici di serie, che offre tutte le più recenti opzioni di connettività. Una versione da 9,2 pollici è disponibile come opzione, mentre la nuova strumentazione deriva direttamente dalla Volkswagen Golf 8.

I motori rimangono gli stessi di prima, fornendo una gamma di potenze da 79 Cv a 108 Cv, coadiuvati a cambi manuali e automatici a doppia frizione. Nessuna informazione invece per i consumi che, al momento, non sono stati dichiarati dalla casa tedesca. Sul fronte dell’elettrificazione, Volkswagen non si è ancora sbilanciata e ha sottolineato come la gamma ID sia quella più indicata per questo genere di propulsore; non è escluso quindi, in futuro, che vedremo solo motori endotermici o plug-in sulla gamma Polo.

In Italia, la Polo sarà disponibile con gli allestimenti Life, Style, R-Line e in futuro naturalmente anche nella variante GTI con potenza superiore ai 200 Cv e trazione anteriore. La nuova gamma Polo sarà in vendita nel terzo trimestre del 2021. I prezzi non sono stati ancora confermati, ma è probabile che l’aggiornamento comporti un piccolo aumento dei costi per un prezzo di partenza di circa 17.500 euro.