Altre News

Airbnb, finalmente il pagamento dilazionato

Airbnb ha introdotto il pagamento dilazionato (Pay Less Up Front), ovvero permette agli ospiti di suddividere il costo della propria vacanza in due tranche. Una novità che farà la felicità dei milioni di utenti che prenotano appartamenti e stanze in tutto il mondo.

"Al fine di bloccare una prenotazione gli ospiti non dovranno più pagare l'intero importo del soggiorno ma solo un deposito (circa il 50% del costo totale della prenotazione), per poi effettuare il saldo poco prima dell'effettivo inizio della vacanza", puntualizza il sito.

Airbnb

Da ricordare che fino a ieri gli ospiti erano costretti a pagare l'intero importo del soggiorno al momento della prenotazione, quindi in alcuni casi anche diversi mesi prima. Ad ogni modo il pagamento, come tutti ben sanno, è custodito dalla piattaforma che si fa garante per la transazione. L'accredito sul conto del proprietario di casa avviene solo dopo il check-in.

Pay Less Up Front è già disponibile sulla pagina del pagamento al momento della prenotazione. La funzione è attiva per gli ospiti che spendono un minimo 200 euro ed effettuano la prenotazione almeno 14 giorni prima del check-in. Dal momento che i termini di cancellazione variano da host a host, i dettagli del saldo verranno specificati caso per caso nella mail di conferma della prenotazione.

Leggi anche: Airbnb sfida gli hotel di lusso con super appartamenti

"L'annuncio segue il lancio di Airbnb Split Payments, la funzione che dallo scorso novembre permette agli ospiti Airbnb che non viaggiano da soli di suddividere i costi della prenotazione con gli altri partecipanti del viaggio, siano essi familiari o amici", conclude la nota ufficiale.