Software & Hardware

Lenovo presenta un nuovo servizio SaaS per la gestione dei PC

Lenovo annuncia Lenovo Device Intelligence Plus, una versione potenziata del proprio strumento Software-as-a-Service (SaaS) basato su cloud per la gestione dei dispositivi IT.

Lenovo Device Intelligence, presentato lo scorso settembre, supporta gli amministratori IT aziendali nel monitoraggio, diagnosi e risoluzione delle problematiche IT grazie all’analisi predittiva basata su intelligenza artificiale, che aiuta a prevedere potenziali guasti al sistema o problemi di prestazioni prima ancora che si manifestino.

La nuova soluzione si basa sulla tecnologia di analisi predittiva di Lenovo a cui si aggiunge una visione ancora più dettagliata dei dispositivi installati e nuove funzionalità con l’obiettivo di migliorare le prestazioni del business.

Lo strumento raccoglie 10 mila data points ogni 15 secondi da ciascun dispositivo in modo da monitorare in tempo reale milioni di data points aggregati provenienti dall’intero parco installato.

Successivamente, produce un rapporto sullo stato di salute dei dispositivi fornendo un’analisi approfondita delle cause di eventuali problemi, quantifica gli impatti sulla produttività degli utenti finali basandosi sulle limitazioni della risorsa IT e fornisce una visione che consente di prendere decisioni informate sugli investimenti in hardware e software da effettuare per avere un impatto positivo sul business.

Lenovo Tab P11 + accessori

In questo modo le aziende possono ottimizzare i costi legati al supporto IT, aumentare la produttività per gli utenti finali e migliorare l’esperienza d’uso dei dispositivi.

Nelle fasi di sviluppo di Device Intelligence Plus, Lenovo ha collaborato Lakeside Software, un leader riconosciuto del settore DEM. Integrando la soluzione di Lakeside con il proprio software di analisi predittiva, Lenovo ha creato una soluzione che offre un’analisi più approfondita e un maggior numero di strumenti per consentire di prendere decisioni informate e avere un impatto positivo sui servizi.

«Gestire un grande parco installato di PC è complesso anche nelle migliori condizioni di utilizzo, e la pandemia non ha fatto altro che aggiungere complessità a causa del grande numero di persone che oggi lavorano da remoto» spiega l’azienda.

«Molte delle tendenze a cui assistiamo, compreso il fatto che i dipendenti lavorano sempre più da casa, probabilmente si consolideranno nel lungo termine con l’affermarsi del lavoro ibrido e di un modello di ufficio visto più come centro di business».

«L’impatto è particolarmente sentito dai professionisti IT che devono diagnosticare e risolvere problematiche comuni e spesso sistemiche. Con il crescere dei carichi di lavoro, l’IT è alla ricerca di soluzioni che consentano di automatizzare certe operazioni».

Lenovo Device Intelligence Plus offre la capacità di monitorare e valutare milioni di punti dato attraverso sensori che operano in tempo reale per valutare lo stato di salute del parco installato e gli impatti sulla produttività. Prevedere e prevenire, ottimizzando il supporto e incrementando la produttività dei dipendenti.

Ma anche analizzare e risolvere, migrando rapidamente i problemi e migliorando le tempistiche medie di risoluzione dei problemi, oltre che ottimizzare per mantenere i parchi installati al massimo delle prestazioni e migliorare l’esperienza d’uso dei dipendenti con tecnologie che rispondono alle effettive esigenze dei business.

Lenovo Device Intelligence Plus è già disponibile da aprile in 44 mercati inclusa l’Italia.