Scenario

Zebra: entro il 2025 raddoppio dei field service provider che sfruttano la predittività

Zebra Technologies Corporation ha presentato i risultati della sua ultima indagine che indica come i field service provider che operano nel settore delle telecomunicazioni e nelle industrie tecniche, incrementeranno a livello globale l’utilizzo di tecnologie predittive per operazioni sul campo.

Secondo quanto emerso dall’indagine Future of Field Operations di Zebra, che ha preso in analisi i settori delle telecomunicazioni del manifatturiero, del settore edile, del minerario e di quello agricolo, il numero di organizzazioni che implementeranno soluzioni predittive come parte integrante delle loro strategie a livello mobile sono destinate a raddoppiare entro il 2025.

Oggi solo il 16% delle organizzazioni utilizza soluzioni predittive per assegnare la giusta risorsa alla giusta mansione nel momento giusto tramite dispositivi mobili, ma si prevede che questo dato raggiunga il 32% nei prossimi cinque anni.

Da quanto emerge dallo studio, il 76% dei service provider intervistati afferma di avere attuali strategie di field operation incentrate sull’adozione di dispositivi mobili rispetto a quelli desktop.

 Zebra Technologies

In particolare, l’86% concorda sul fatto che l’accesso a reti 4G e 5G più veloci porterà maggiori investimenti nelle nuove tecnologie destinate alle operazioni sul campo. L’uso di dispositivi mobili aumenterà rapidamente la produttività, con l’87% che si aspetta un impatto positivo nella produzione entro il prossimo anno.

Mentre lo studio indica come la posta elettronica (62%), l’accesso real-time ai database (60%) e la gestione delle spedizioni (57%) siano oggi le tre applicazioni più importanti, circa nove service provider su dieci hanno in programma di ampliare nei prossimi cinque anni l’utilizzo del monitoraggio e della reportistica da remoto, come anche di avanzate tecnologie di analisi e machine learning nell’ambito delle loro strategie mobile.

Ed è per questo che i field service provider stanno aumentando i loro investimenti in dispositivi mobili. Oggi, solo il 28% delle aziende fornisce a più della metà della propria squadra sul campo tecnologie mobili mentre gli intervistati prevedono che entro il 2025 si arriverà al 44%.

Nel suo specifico, i dispositivi mobili rugged saranno la tipologia di dispositivo aziendale più diffusa per i field service provider esterni a livello globale, con il 93% che adotterà tablet e smartphone rugged entro il 2025.

«Con una maggiore attenzione alla semplificazione dei flussi di lavoro e al completamento delle attività al primo tentativo senza margine di errore, i service provider che operano nelle telecomunicazioni e nel settore tecnico stanno dotando sempre più i loro operatori front-line di tecnologie mobili come tablet rugged, stampanti portatili e computer palmari»

«Una connettività mobile più veloce, abbinata a dispositivi rugged appositamente progettati e con applicazioni avanzate, consentirà alle aziende di assicurare i servizi essenziali in maniera continuativa, sicura ed efficiente» ha affermato Alex Cooper, Director of Government and Critical Field Service Strategy di Zebra Technologies.