Cinema e Serie TV

Baby Yoda ha viaggiato nello spazio domenica notte

La notte tra domenica e lunedì (ora italiana) ha visto il lancio della nuova spedizione SpaceX a bordo della capsula Dragon. L’equipaggio diretto alla Stazione Spaziale Internazionale è stato accompagnato da un passeggero davvero speciale: Baby Yoda!
A bordo della Dragon un equipaggio SpaceX Crew-1 composto dal Comandante Mike Hopkins, Victor Glover e Shannon Walker della NASA e Soichi Noguchi della JAXA (Japan Aerospace Exploration Agency).

Baby Yoda nello spazio

Il tenero protagonista di The Mandalorian, o meglio un pupazzo con le sue fattezze, ha effettivamente viaggiato nello spazio, accompagnando però i membri della spedizione SpaceX a bordo della Dragon invece che il Mandaloriano sulla Razor Crest.
La presenza a bordo del giocattolo del Bambino non è stata però un vezzo unicamente dettato dalla passione per Star Wars dell’equipaggio, bensì rientra in una procedura molto importante. Il peluche di Baby Yoda non è altro che l’indicatore di gravità zero, ovvero un piccolo oggetto il cui scopo è quello di segnalare ai membri dell’equipaggio il punto in cui l’astronave raggiunge la microgravità interna.

Baby Yoda nello spazio

La scelta di portare a bordo un piccolo giocattolo da usare come segnalatore è parte di una lunga tradizione che risale al 1961, ovvero alle prime missioni spaziali con esseri umani ad opera dell’Unione Sovietica, fu infatti Yuri Gagarin a portare con sé nella missione Vostok 1 una bambola che fungesse da indicatore. Da allora la tradizione degli indicatori di gravità è stata una costante dei diversi equipaggi che, di volta in volta, hanno portato nello spazio giocattoli più disparati.

Baby Yoda nello spazio

Anche SpaceX ha fatto sua questa pratica fin dal suo primo viaggio, la missione Demo-1 del 2020, dove ad accompagnare gli astronauti Bob Behnken e Doug Hurley è stato Tremor (link Amazon) un peluche di un apatosauro con paillettes della TY.

Tornando al peluche del Bambino non è stato reso noto quale degli astronauti abbia scelto di portare nello spazio il particolare giocattolo, ma a determinare la scelta potrebbe essere stato Kjell Lindgren. Lindgren non ha mai nascosto di essere un grande fan di Star Wars, a tal punto da vestirsi da Jedi in un servizio fotografico della NASA e portare con sé un modellino di R2-D2 durante una missione del 2015.

Non sarà lo stesso peluche che ha accompagnato la Crew Dragon nello spazio, ma a questo link potete trovare un peluche di The Child alto 25 centimetri.