Cinema e Serie TV

Batmobile: le 10 migliori auto di Batman

Apparsa per la prima volta nelle pagine di Batman #5, e poi sulla copertina di Batman #20, la Batmobile è diventata subito uno degli elementi che da lì in poi avrebbero contraddistinto il Cavaliere Oscuro nelle sue avventure a fumetti e non solo visto che la sua auto avrà delle trasposizioni cinematografiche – nei due serial per il cinema di metà anni ’40 – fino alle più complesse “sperimentazioni” meccaniche della serie TV degli anni ’60 e dei più moderni film.

Ma la Batmobile è arrivata anche nelle serie animate, nei giocattoli e nei videogiochi.

Eccovi un breve excursus fra dieci dei modelli che abbiano ritenuto più caratteristici con qualche curiosità che li riguarda.

Batman Forever

Iniziamo la nostra carrellata subito con una scelta controversa ovvero con la Batmobile guidata da Val Kilmer in Batman Forever, controverso capitolo cinematografico dedicato al Cavaliere Oscuro diretto da Joel Schumacher nel 1995 – QUI se volete acquistarlo in blu-ray 4k edizione steelbox.

Dall’estetica gotica e marziale di Tim Burton si passa ad una estremamente pop, fatta di neon e trovate che strizzano in più di occasione l’occhio alle atmosfere campy della serie TV degli anni ’60 e la Batmobile subisce una radicale trasformazione.

Foto generiche

Dal disegn retrofuturistico burtoniano si passa ad uno alieno immaginato da Barbara Ling con tanto di “cassa toracica” e superfici votate tutte all’aerodinamica di quello che sembra un grosso razzo con una vistosa pinna centrale.

Due curiosità: questa è una delle poche Batmobili a venire distrutta nella storia cinematografica e televisiva di Batman. Questa versione approdò sul grande schermo scalzando addirittura il concept di un artista di fama mondiale come H.R. Giger che propose un design decisamente “estremo” come potete vedere qui sotto:

Arkham Knight

Senza ombra di dubbio la serie Arkham è l’apice della produzione videoludica dedicata ai supereroi e ha creato sin da subito un sotto universo narrativo indipendente avvicinando una nuova generazione di appassionati a Batman.

Pur essendoci diverse versioni della Batmobile nei quattro capitoli che compongono la serie, è quella di Batman: Arkham Knight a rimanere più impressa. Vuoi perché è possibile, per la prima volta, guidare il bolide per le strade di Gotham, vuoi anche perché è possibile passare dalla modalità Pursuit a quella Battle trasformandola di fatto un carro armato dalla potenza di fuoco considerevole – cliccate QUI per acquistare la Collector’s Limited Edition per Xbox One.

Foto generiche

Disegnata da Ian Ball, questa Batmobile è ispirata a quella delle pellicole di Christopher Nolan, quella della serie TV anni ’60 e ovviamente a quella di Tim Burton con un design decisamente militare “smussato” da una certa aggressività dettata fra le altre cose dall’assetto ribassatissimo.

Una curiosità: è una delle poche Batmobili capaci di trasportare prigionieri.

Kenner Super Powers

Fra gli anni ’70 e la prima metà degli anni ’80 i personaggi DC ebbero un vero e proprio boom grazie alle fortunate serie animate arrivate anche in Italia con il titolo Super Amici e alla linea splendida linea di action figures Super Powers prodotta dalla Kenner.

Ed è proprio la Batmobile di questa linea di action figures – prodotta a partire dal 1984 – ad occupare l’ottava posizione di questa nostra personale classifica grazie al suo design semplice e compatto a metà strada fra una muscle car anni ’70 ed un prototipo di auto da corsa dei primi anni ’80.

Foto generiche

Attenzione perché questa è anche un’auto a due posti dove Batman può far accomodare la fidata spalla Robin ed operare i due accessori fondamentali dell’auto ovvero l’ariete anteriore e il gancio acchiappa-criminali posteriore.

Essendo questa Batmobile introvabile se non nel mercato dei collezionisti e/o dell’usato ripiegate su questo Funko! POP di Batman con la mitica Hall of Justice cliccando QUI.

The Batman

Non stiamo parlando dell’attesissimo prossimo capitolo cinematografico ma dell’omonima, e forse sottovalutata, serie animata del 2004.

Con un character design moderno e particolarmente spigoloso, e tematicamente ispirata a Batman Begins, The Batman è una ventata di aria fresca nella produzione animata dedicata al Cavaliere Oscuro con alcune ottime intuizioni e qualche episodio davvero ben riuscito!

Foto generiche

A questo restyling tutto targato anni 2000 ovviamente non poteva sfuggire neanche la Batmobile che qui si avvicina forse come mai prima d’ora per forma e compattezza ad una classica seppur futuristica auto sportiva ad alto budget come una Lamborghini da cui sembra ereditare la linea tradita solo dalle vistose pinne posteriori e dallo scarico ovviamente.

Recuperate il film Batman contro Dracula cliccando QUI.

Lego Batman – Il Film

A quella follia coloratissima e simpaticamente lucida che corrisponde a Lego Batman – Il Film non può di certo sfuggire la Batmobile che viene ridisegnata in maniera grottesca come solo l’universo dei mattoncini potrebbe fare.

Foto generiche

Ecco che il lungo avantreno, prerogativa praticamente di tutte le Batmobili dagli anni ’80 in poi, viene “rimontato” in veicolo a metà fra un monster truck e una roadster anni ’50 permettendo a questa versione larger than life del Cavaliere Oscuro di scorrazzare liberamente per Gotham all’inseguimento dei suoi altrettanto variopinti nemici.

Recuperate il set di questa Batmobile direttamente dal Lego Store cliccando QUI oppure cliccando QUI.

Batman ’66

A dispetto delle tante versioni che dal 1939 hanno popolato le pagine delle sue serie a fumetti, la prima, vera iconica Batmobile che di prepotenza entra nell’immaginario collettivo e pop è quella di Batman, ovvero la serie TV degli anni ’60 in cui si accomodano Adam West nei panni di Bruce Wayne/Batman e Burt Ward in quelli di Dick Grayson/Robin.

L’auto fu costruita nel 1965 da George Barris e dalla sua Barris Kustom City sul pianale del prototipo della Lincoln Futura del 1955, auto poi mai prodotta in serie. Il prototipo era perfetto presentando le pinne posteriori che furono semplicemente allungate e l’abitacolo con i futuristici cupolini.

Foto generiche

Alla produzione bastò semplicemente aggiungere una serie di batgadget per ogni evenienza, dai rampini ai razzi passando per il bat-telefono e un computer a schede traforate che alloggiava “comodamente” nel bagagliaio posteriore. Il motore, la celeberrima turbina atomica, era in realtà un Ford V8.

Piccola curiosità: l’auto originale della serie, restaurata, è stata venduta all’asta nel 2013 per la bellezza di 4.2 milioni di dollari!

Recuperate questa mitica serie TV in un esclusivo cofanetto blu-ray cliccando QUI.

Il Ritorno del Cavaliere Oscuro

Film, videogiochi, serie TV e animate e persino action figures… all’appello di questa particolare carrellata mancano solo i fumetti!

Ecco puntuale arrivare una delle Batmobili più esagerate, è proprio il caso di dirlo, apparse sulle pagine delle avventure del Cavaliere Oscuro. Nel 1986 il leggendario Frank Miller inizia ad imprimere a fuoco il suo marchio sul personaggio pubblicando Il Ritorno del Cavaliere Oscuro (QUI), miniserie che cambierà per sempre il volto e la percezione del personaggio.

Foto generiche

Il Batman che esce dal ritiro forzato per riprendersi Gotham City è massiccio, chirurgico, post-apocalittico e la sua Batmobile non è da meno, trasformandosi da semplice auto così come visto fino ad allora nei fumetti in un vero e proprio carro armato, un veicolo d’assalto che non fa prigionieri.

Grande come tre corsie di un’autostrada” e “l’unica cosa capace di danneggiarla non è di questo pianeta“, questa Batmobile è un arsenale mobile.

Batman 1989

La più iconica, quella che insieme a quella della serie TV degli anni ’60 incarna l’ideale di Batmobile è sicuramente quella vista in Batman ovvero la mitica pellicola diretta da Tim Burton nel 1989 – recuperatelo in versione blu-ray cliccando QUI.

Dalla linea sexy e gotica come l’estetica della pellicola con protagonisti Michael Keaton e Jack Nicholson, questa Batmobile fu progettata da Anton Furst unendo due diversi modelli di Chevy Impala in un pianale e una carrozzeria completamente customizzati, il motore è un invece un Chevy V8.

Foto generiche

L’auto è ispirata in parte alla Batmobile degli anni ’60 – la turbina anteriore e il grosso scarico posteriore – e in parte ad alcuni classici design di auto anni ’30. Dotata di gadget semplici ma efficaci, la sua caratteristica principale è la possibilità di alzare degli “scudi” che la corazzano completamente.

Una curiosità: il cruscotto, compresa la strumentazione, si ispirano ai comandi dei jet da combattimento.

Tumbler – The Dark Knight Trilogy

Tecnicamente mostruosa e lucidamente brutale sono due aggettivi con cui si può definire il ritorno della Batmobile sul grande schermo nel 2005 quando Christopher Nolan e Nathan Crowley ripensano, rivoluzionandone l’approccio, all’auto del loro Cavaliere Oscuro per Batman Begins. 

Avendo come volano un approccio quanto più realistico possibile, nel film questa Batmobile, denominata Tumbler, è un veicolo militare sperimentale d’assalto: con in dotazione alcune armi d’offesa e la capacità di assumere uno stealth mode, il veicolo dovrebbe penetrare le linee nemiche avendo la capacità di saltare letteralmente gli ostacoli permettendo di creare dei ponti temporanei. Perfetta per la guerra al crimine a Gotham!

Foto generiche

L’auto è ispirata vagamente ad alcune versioni fumettistiche molto estreme, come quella vista poco sopra de Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller, ma Nolan e Crowley vanno ben oltre il semplice concept facendo costruire un auto che può davvero compiere dei salti da 10 metri!

Le caratteristiche sono mostruose: larga circa 3 metri e lunga circa 5, la Tumbler pesa più di 2,5 tonnellate ed è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 6 secondi con una velocità massima di 180 km/h. Il motore è uno Chevy 350 V8 da 500 cavalli montato su due semi-assi in titanio su pneumatici da 44″.

Sono due le caratteristiche principali della Tumbler. La prima è il battle mode: il guidatore cambia assetto da verticale ad orizzontale – con testa in avanti – utilizzando le armi di offesa. La seconda è la possibilità di eiettare un secondo veicolo, il Bat-pod, una sorta di motocicletta, come visto in The Dark Knight e The Dark Knight Rises – secondo e terzo capitolo della trilogia.

Recuperate tutta la trilogia di Christopher Nolan in blu-ray in un unico cofanetto cliccando QUI.

Batman – The Animated Series

Nel 1992, sulla scia del successo di Batman e Batman Returns di Tim Burton, Warner Bros. decide di produrre una serie animata dedicata a Batman con gli stessi toni gotici e dark dei due film. Il risultato è Batman – The Animated Series ovvero quella che ancora oggi risulta essere una delle serie animate migliori e più influenti di tutti i tempi.

Forte del character design strepitoso di Bruce Timm, la serie rivisita ovviamente anche la Batmobile che entra istantaneamente nel novero delle più popolari.

Foto generiche

Ridisegnata da Shayne Poindexter, questa Batmobile diventa un monolite nero che viaggia per le strade di Gotham sfoggiando all’occorrenza una serie di gadget che vanno dai missili agli arpioni passando per quelli più “cartooneschi” come il fumo o le macchie d’olio per seminare i suoi inseguitori.

Pur non essendone state mai rivelate le caratteristiche tecniche, un piccola curiosità riguarda il suono dell’auto che è campionato da un motore a movimento alternativo, comunemente noto come motore a pistoni, a conversione termica.

Perché non esporre questa Batmobile nella vostra personale Batcaverna? Eccovi un modellino imperdibile, cliccate QUI.

Le abbiamo viste, le abbiamo analizzate ma ora è il momento di metterci manO! Costruite anche voi la Batmobile del primo seminale film rigorosamente in versione Lego: potete acquistarla dal Lego Store cliccando QUI oppure QUI.