Cinema e Serie TV

Capitan Tsubasa accusato di violenza di genere

L’anime calcistico Capitan Tsubasa, conosciuto in Italia come Holly e Benji, ha dovuto recentemente affrontare uno scandalo dopo essere stato oggetto di una contesa giudiziaria.

Capitan Tsubasa

Capitan Tsubasa, prima manga sportivo e poi anime, è un’opera che ha riscosso moltissimo successo non solo in Europa ma anche in America Latina, tanto che l’emittente pubblica cilena TVN ha iniziato a mandare in onda gli episodi della serie televisiva originale nel 2019. Se per molti Questa è stata un’occasione per fare un nostalgico viaggio nel passato non tutti hanno apprezzato ciò che hanno visto. È stata, infatti, intentata una causa contro l’emittente televisiva. Secondo alcuni la serie avrebbe contenuti riconducibili alla violenza di genere. Sotto accusa non sarebbero i protagonisti bensì il rivale di lunga data Julian Ross, Attaccante della squadra Mambo di Tokyo.

Capitan Tsubasa

Nella scena incriminata, Julian Ross schiaffeggia la manager della squadra Amy Aoba per aver rivelato i suoi problemi di salute, nello specifico un difetto congenito al cuore che, secondo il regolamento, gli avrebbe impedito di giocare a calcio. L’episodio di Capitan Tsubasa è stato trasmesso in Cile nel Luglio del 2019 ed ha portato ad un processo nel Febbraio 2020. Potete vedere la scena incriminata al minuto 4:00 dell’episodio caricato sul canale YouTube ufficiale di Yamato Video:

Sebbene l’emittente sia stata condannata, durante il processo di primo grado, a pagare 5,11 milioni di pesos (6.934 dollari), ora la Corte d’Appello di Santiago ha stabilito che tale episodio non contiene atti di violenza di genere. Lo schiaffo sarebbe da imputare, infatti, non al fatto che Amy sia una donna, ma dal fatto che sia un’amica sleale. La sentenza recita:

uno dei protagonisti soffre di un problema cardiaco che vuole mantenere segreto e una ragazza che lui considera amica lo rivela al suo rivale, così lui schiaffeggia la ragazza in una frazione di tempo minore di un minuto, perché pensava che lei non avesse diritto di raccontare il suo segreto, in quanto avrebbe tolto al suo rivale il desiderio di competere; così facendo ha indicato alla ragazza la sua volontà di non vederla più intervenire nella questione

Rimane aperto il dibattito tra i fan del famoso franchise sul significato di questa sentenza e se essa giustifichi o meno un atto di violenza per molti inaccettabile.

A questo link potrete trovare la serie classica completa in DVD di Capitan Tsubasa