Libri e Fumetti

Echoes: la recensione del primo volume di Kei Sanbe!


Echoes
Genere
Thriller
Formato
Manga
Autore
Kei Sanbe
Editore
Edizioni Star Comics
Collana
Wonder

La vendetta è un sentimento che proviene dai meandri – quelli più oscuri e tetri – del nostro subconscio, e si alimenta di emozioni negative come rabbia, disprezzo e, naturalmente, tristezza. Tutto questo è racchiuso in Echoes, il nuovo manga scritto da Kei Sanbe, lo stesso autore dell’acclamato Erased.

Echoes è un manga (disponibile su Amazon) – rigorosamente in bianco e nero – importato ed editato da Edizioni Star Comics, che ha compiuto il suo debutto ufficiale lo scorso 13 novembre, in tutte le librerie, fumetterie e nei migliori negozi e-commerce di riferimento. Vi presentiamo la nostra recensione del primo volume.

La vendetta al primo posto…

Senri Nakajo – il protagonista dell’opera – è uno studente al terzo anno del liceo, che per moltissimi anni ha coltivato dentro di sé un desiderio di vendetta. Un desiderio oscuro, malvagio e pieno di tristezza, che probabilmente lo porterà a consumare se stesso e chi gli sta intorno. All’età di cinque anni, i suoi genitori furono brutalmente assassinati, e il suo gemello sparì misteriosamente, e senza lasciare alcuna traccia.

Senri era fortemente legato a suo fratello, tanto da condividere praticamente tutto, dai giocattoli ai vestiti, e naturalmente tutte le scarpe e i cappelli. Oltre a questo, il loro rapporto era molto più intimo, infatti i due condividevano le sensazioni, e soprattutto la vista. Quando uno dei due provava un dolore intenso, l’altro sentiva la stessa sofferenza corporea, e subito dopo colui che non aveva vissuto l’accaduto, vedeva con i propri occhi quello che era successo.

L’infanzia di Senri non è stata compromessa soltanto dall’omicidio dei genitori e dalla scomparsa del fratello. Purtroppo il padre dei due gemelli era notevolmente violento con la madre ed i dei due fratelli a turno tentavano di proteggerla dalle continue violenze. Dopo anni di vessazioni ed a seguito dell’assassino dei propri genitori Senri è arrivato a accumulare un’intensa sete di vendetta nei confronti del mondo. Un giorno però tutto cambia, quando – per un gioco del destino – il ragazzo viene in possesso di un indizio inaspettato che gli permetterà di mettersi alla ricerca del colpevole dell’omicidio. La strada sarà difficile e allo stesso tempo tortuosa, ma non fermerà l’insaziabile fame di vendetta del ragazzo…

Un thriller psicologico

Come avrete potuto intuire da quanto descritto nei precedenti paragrafi, Echoes è un thriller psicologico che metterà il lettore in una costante situazione di empatia con il protagonista della serie; obiettivo raggiunto al 100% grazie al magistrale lavoro compiuto dall’autore. Sfogliando le pagine, infatti, saranno molte le situazioni in cui il lettore si immedesimerà nel protagonista, provando le stesse emozioni di disprezzo e di rabbia. La forte narrazione, quindi, creata dalla potente impronta dell’autore, è soltanto uno dei tanti punti forti di questo manga.

Non solo narrazione…

Il primo volume di Echoes racchiude cinque capitoli di storie attraverso 193 pagine di vignette. La qualità del libro è elevata sia per l’editing sia per il prodotto editoriale in se che presenta l’utilizzo di materiali di qualità. Le pagine sono gradevoli al tatto grazie all’uso di una carta dall’adeguata grammatura e la copertina, pur non presentando elementi particolari, attira sicuramente l’attenzione e la curiosità del lettore.

Come abbiamo già specificato, Echoes è un manga che gode sicuramente di un’ottima narrazione, e l’ambientazione – costruita ad hoc da Kei Sanbe – riesce a donare un ulteriore tocco di classe al racconto. Le illustrazioni riescono ad enfatizzare il concetto di “empatia” attraverso una serie di immagini introspettive che permettono al lettore di “calarsi nei panni” del protagonista della serie.

L’intero scenario, inoltre, si svolge all’interno di un’ambientazione quanto più simile a quella reale, non troviamo dunque super-poteri, entità soprannaturali e altre forme di fantascienza o fantasy. Forse, l’unico super-potere è la grande capacità di Sanbe nel prendere con forza il lettore e gettarlo in questo thriller pieno di suspense.

Conclusioni

A fronte di quanto detto ci teniamo a specificare che Echoes non è un manga adatto a tutti. In primo luogo, le tematiche affrontate da Sanbe sono particolarmente delicate – come la violenza sulle donne, giusto per citare un esempio; in secondo luogo, l’aggiunta di qualche vignetta non propriamente consona ai minorenni, ci inducono appunto a consigliarlo a un pubblico di lettori più maturo. Se vi ritrovate nel target del prodotto non possiamo che consigliarvi una lettura almeno del primo numero della serie in modo da permettervi di capire se si tratta di una produzione adatta alle vostre esigenze, certi che non ne rimarrete in alcun modo delusi.

Kei Sanbe è un mangaka giapponese, nato il 5 marzo a Tomakomai, nella prefettura di Hokkaido. Autore di diversi titoli, ha pubblicato – ERASED, serie completa in 8 volumi – su Young Ace, rivista specializzata in manga seinen edita da Kadokawa Shoten, dal Giugno 2012 al Marzo 2016. Nel 2017 inizia la serializzazione di ECHOES, opera alla quale lavora tuttora.

Echoes

Misteri, suspense e attimi di terrore, sono questi i tratti di Echoes. Si tratta del nuovo manga di Kei Sanbe, che racconta la vita di Senri Nakajo, un ragazzo che vive di vendetta dopo la tragica scomparsa della sua famiglia per mano di un assassino.


Verdetto

Echoes è un manga che riesce a esprimere - fin dalle sue prime pagine - tutto il potenziale del suo mangaka, Kei Sanbe, noto anche come il "Re dei thriller". Quest'opera racchiude un'ottima narrazione, accompagnata da ottime illustrazioni che immergeranno il lettore in un'ambientazione "impregnata" di emozioni negative, come rabbia, disprezzo e paura. Un prodotto sicuramente interessante e "fresco" dedicato ad un pubblico amante del genere. Una produzione non per tutti ma che saprà appassionare i lettori che riusciranno ad entrare in sintonia con il manga.

Pro

- Narrazione convincente e piena di suspense
- Illustrazioni che riescono a dare maggiore spinta al dialogo
- Buona caratterizzazione dei personaggi

Contro

- Consigliato ad un pubblico maturo