Cinema e Serie TV

La vita davanti a sé: Netflix pubblica una foto del nuovo film con Sophia Loren

Da pochissime ore Netflix ha diffuso, attraverso i suoi canali social, la prima foto ufficiale del film che vedrà il grande ritorno di Sophia Loren: La vita davanti a sé. L’attrice Premio Oscar non recitava in una pellicola dal 2013 quando ha partecipato al mediometraggio di Edoardo Ponti Voce umana. Proprio Ponti sarà il regista della nuova produzione Netflix tutta italiana che sarà un adattamento moderno del successo internazionale La vie devant soi di Romain Gary.

Il film, scritto da Ugo Chiti (sceneggiatore anche di Dogman) e da Ponti stesso, arriverà in tutto il mondo su Netflix nel secondo semestre del 2020. Insieme a Sophia Loren, nel cast, vi saranno Ibrahima Gueye, Renato Carpentieri e Massimiliano Rossi. Tra i produttori de La vita davanti a sé vi è la Palomar – Mediawan Group supportata da grandi major come Artemis Rising Foundation, Another Chapter Productions, Foothills Productions, Impact Partners Film Service e Scone Investments.

Ted Sarandos, Chief Content Officer di Netflix, ha così commentato la partecipazione di Sophia Loren alla pellicola:

“Sophia Loren è una delle attrici più importanti e celebrate di tutto il mondo. Siamo onorati di dare il benvenuto a lei, a Edoardo e al team che ha portato questo film nella famiglia di Netflix. La vita davanti a sé è una storia bella e coraggiosa che, proprio come Sophia, affascinerà il pubblico in Italia e in tutto il mondo”.

La vita davanti a sé vedrà Sophia Loren nei panni di Madame Rosa, una sopravvissuta all’Olocausto che decide di prendersi cura dei figli delle prostitute all’interno del suo piccolo appartamento nella città di Bari. Tra i vari ragazzini vi è anche Momo, un dodicenne senegalese che la deruba, ma insieme riusciranno a superare la loro solitudine fisica e psicologia formando una strana famiglia.

Sophia Loren ha voluto ringraziare Netflix con queste parole:

“Non potrei essere più felice di collaborare con Netflix per un film così speciale. Nella mia carriera ho lavorato con tutti gli studios più importanti ma posso dire con certezza che nessuno ha l’ampiezza di respiro e la diversità culturale di Netflix. Ed è proprio questo che apprezzo particolarmente. Hanno capito che non si costruisce una casa di produzione globale senza coltivare talenti locali in ogni paese, senza dare a queste voci l’opportunità di essere ascoltate. Tutti hanno il diritto di essere ascoltati, il nostro film parla proprio di questo e proprio questo è quello che fanno a Netflix”.

Sophia Loren vinse l’Oscar per La Ciociara di Vittorio De Sica. Ecco a voi la versione Blu-Ray in vendita su Amazon.