Cinema e Serie TV

Matthew Vaughn: pensava a Tom Hardy per interpretare un giovane Wolverine

Durante un’intervista rilasciata dal regista inglese Matthew Vaughn, sono venute alla luce alcune informazioni riguardanti il film X-Men. Tom Hardy poteva essere ingaggiato da Matthew Vaughn per vestire i panni di un giovane Wolverine, sostituendo così Hugh Jackman. Dunque, il regista aveva in mente di realizzare un prequel in modo tale da far conoscere, a tutti i fan, Wolverine da giovane che sarebbe vissuto negli anni ’70. Purtroppo però i piani di Vaughn non sono andati a buon fine a causa di alcune incomprensioni tra il regista e la Fox:

«Questo è uno dei motivi per cui non ho voluto continuare, perché non mi hanno ascoltato.  I miei piani iniziali erano quelli di fare X-Men: L’inizio e poi andare avanti con un giovane Wolverine negli anni ’70, così da approfondire anche gli altri personaggi e presentarli come si deve prima del capitolo finale, il terzo, Giorni di un futuro passato. Cosa c’è di meglio che mettere insieme McKellen, Fassbender, Stewart e McAvoy? E pensai che sarebbe stato fantastico ingaggiare Tom Hardy, o magari qualche altro attore, per fargli interpretare Logan da giovane».

Matthew Vaughn avrebbe continuato affermando:

«La Fox lesse la sceneggiatura e disse “oh ma è fantastico, facciamolo subito!”. Solo che poi io gli chiesi “ok, ma dopo il primo cosa farete? Dovrete fidarvi di me, non ci sono altri modi”. Invece hanno fatto subito dopo Apocalypse. Non capiscono bene i ritmi lenti, i piccoli passi. Loro corrono a 100 all’ora fissando lo specchietto retrovisore, e poi non capiscono perché si sono schiantati».

Dunque, i piani che aveva in serbo il regista Matthew Vaughn erano molto ambiziosi, ma non è stato possibile portarli a termine. Voi come avreste accolto Tom Hardy nelle vesti di un giovane Wolverine, negli anni ’70? Fatecelo sapere attraverso i vostri commenti.

Su Amazon è disponibile il Blu-ray di Logan- The Wolverine, non lasciatevelo scappare.