Cinema e Serie TV

Myst: il videogioco arriva al cinema e in TV?

Il famoso videogioco Myst presto potrebbe approdare in TV e nelle sale cinematografiche con un una serie di produzioni dedicate a questo franchise. La Village Roadshow Entertainment Group ha acquisito i diritti cinematografici e televisivi per portare avanti il progetto e sviluppare i contenuti del videogioco. Myst è stato creato da Robyn e Rand Miller nel 1993 e in quegli anni era considerato uno dei migliori videogiochi d’avventura.

I fratelli Miller hanno dato vita ad un mondo all’interno del quale ogni giocatore vestiva il ruolo dello Straniero e doveva raggiungere luoghi lontani attraverso l’utilizzo di alcuni libri magici. Atrus, uno dei personaggi principali del videogioco Myst, era il nipote di una donna di nome Anna la quale, dopo aver scoperto la misteriosa civiltà dei D’ni che vive in una caverna del deserto del New Mexico, mette in moto un susseguirsi di eventi che danno vita alla trama del prodotto incentrata proprio su questa civiltà in grado di scrivere  libri magici che hanno il potere di collegare fra loro mondi lontani.

Il successo riscontrato da Myst, spinse i creatori a realizzare alcuni sequel del videogioco: il primo fu chiamato Riven e venne pubblicato nel 1997. I giocatori di Riven avevano il compito di liberare la moglie di Atrus, poiché era stata imprigionata da suo padre Gehn. Tra i fan questo episodio è ritenuto il più bello e nello stesso tempo difficile di tutta la serie di Myst, oltre ad avere una grafica decisamente migliore rispetto al primo videogioco.

Dunque, i fratelli Miller insieme alla casa di produzione Village Roadshow Entertainment Group, lavoreranno al nuovo progetto per portare Myst al cinema e in TV al quale collaboreranno anche Isaac Testerman e Yale Rice.

Cosa ne pensate di questo nuovo progetto? Siete curiosi di vedere Myst in TV e al cinema? Fatecelo sapere attraverso i vostri commenti.

Su Amazon, a questo link, potrete trovare tutti i prodotti inerenti allo storico videogioco Myst, approfittatene!