Giochi in scatola

Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park – Recensione


Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park
Autore
Raymond Edwards, Suzanne Goldberg, Gary Grady
Editore
Asmodee
N° Giocatori
1 - 8
Età consigliata
12+
Durata Media
60-90 minuti

Sherlock Holmes Consulente Investigativo è uno dei migliori giochi investigativi attualmente sul mercato. L’elegante nuova edizione curata da Asmodee di Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park offre dieci casi a tutti gli aspiranti detective che vogliono mettersi alla prova in un gioco che riprende la meccanica dei librigame.

Antefatto

Sherlock Holmes Consulente Investigativo è un gioco dalla lunga storia, che inizia nel 1981. In Italia, tuttavia, bisogna aspettare fino al 1987 per prima pubblicazione di “I delitti del Tamigi e altri casi“, il primo titolo della serie, a cui sono seguiti “Jack lo Squartatore e Avventure nel West End” e “Carlton House e Queen’s Park“. Pur mantenendo la tematica e la meccanica di gioco, i tre prodotti sono giocabili singolarmente, per un totale di ben 30 casi.

Nel 2013 Asterion, poi diventata Asmodee, ha ripreso in mano il gioco e ha realizzato una nuova versione aggiornata e riveduta de I delitti del Tamigi e altri casi. L’editore ha poi continuato il lavoro di riedizione riproponendo anche gli altri due episodi della serie e oggi vi parliamo dell’ultimo in ordine di uscita: Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park. Si tratta di un’edizione molto elegante, dal materiale decisamente più bello, ma sottolineiamo che i casi sono gli stessi dell’edizione precedente, benché rivisitati.

Prologo


In Sherlock Holmes Consulente Investigativo i giocatori vestono i panni di Wiggins, uno dei principali collaboratori di Sherlock, che è a capo degli Irregolari di Backer Street. Poiché Holmes è sempre molto impegnato, si avvale infatti di consulenti per raccogliere informazioni utili per le indagini. O almeno così è nei libri. Nel gioco in realtà Sherlock ha già risolto il caso, e vuole verificare quanto siate competenti in materia, pertanto vi dovrete confrontare con l’indagine ed infine verificare quanto siate stati bravi nella sua risoluzione rispetto al maestro dell’investigazione in persona!

A caccia di… piste

Per ognuno dei casi, un libretto dedicato espone la situazione iniziale e fornisce spunti sulle possibili piste da seguire. Un turno di gioco è costituito dalla scelta di una pista, ad esempio recarsi sulla scena del crimine, e dalla lettura del paragrafo corrispondente. Per aiutarvi avete a disposizione tre preziosi strumenti:

  • la mappa di Londra, divisa in cinque aree, consente di recarsi nei diversi luoghi della città. Se volete recarvi in un certo luogo, determinate la zona di Londra in cui si trova e il numero che lo contrassegna: il codice ottenuto indica il paragrafo del libro dei casi che bisogna leggere. La mappa serve anche a verificare le distanze e i tempi di percorrenza tra luoghi, per confermare o smentire alibi;
  • l’annuario contiene l’elenco dei nominativi e degli indirizzi degli abitanti di Londra. Se una certa persona viene menzionata in un paragrafo e volete parlarle, ma non sapete dove trovarla, basterà consultare questo prezioso libretto, che riporta anche l’elenco di tutti gli ospedali, le chiese, i medici e molto altro ancora;
  • la copia del Times con le notizie del giorno, in cui potreste trovare piste e indizi utili alla vostra indagine.

Ma ricordate: alla fine la vostra mente sarà lo strumento fondamentale!

Carlton House e Queen’s Park


Questo terzo episodio di Sherlock Holmes Consulente Investigativo propone 10 casi che sfruttano e aggiungono due ambientazioni con relativo materiale. Uno è Carlton House, una residenza privata imponente e lussuosa costituita da tre livelli, pianoterra, primo piano e seminterrato. Esplorare la casa, esaminarne la struttura e parlare con i residenti sarà fondamentale per ben sette casi.

Gli ultimi tre libretti sono dedicati a Queen’s Park, un quartiere a nord di Londra con una mappa apposita. Qui le regole cambiano un po’: le indagini durano tre giorni e ogni libretto è dedicato a una giornata. Solo al termine dei tre giorni potrete rispondere alle domande e leggere la conclusione. Ogni giornata inizia alle 9 partendo da Baker Street e termina alle 22. Ogni spostamento ha un costo in termini di tempo ed è necessario compilare un registro degli orari. Un vero è proprio rush finale dopo esservi fatti le ossa nel corso dei primi casi!

Elementare, Wiggins!


Quando stabilirete di aver indagato a sufficienza, sarà  il momento di chiudere il caso. Se al termine di un turno, pensate di disporre di informazioni sufficienti, dovrete andare nelle ultime pagine del libro del caso in esame e rispondete alle domande che vi verranno proposte che generalmente sono divise in due set: informazioni sul caso principale e domande aggiuntive/su un caso secondario. Fatto ciò, potrete leggere la conclusione della storia in cui Sherlock in persona vi spiegherà come ha risolto il caso. Per lui ovviamente è tutto molto elementare, perciò gli saranno bastati un numero di piste piuttosto esiguo.

Per calcolare il punteggio finale, si sommeranno i punti attribuiti da ogni domanda a cui si è risposto correttamente e si dovranno sottrarre 5 punti per ogni pista in più seguita rispetto a Sherlock (ad esempio se lui risolve un caso seguendo 6 piste e voi ne avete seguite 10, perderete (10-6)*5 = 20 PV).

Caso chiuso (Conclusioni)


Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park si presenta in una nuova edizione elegante, a partire dalla scatola, robusta e splendidamente illustrata con la lente d’ingrandimento lucida e in rilievo, che si apre a cassetto, rivelando il contenuto un po’ come un archivio segreto. Gli elementi di gioco sono tutti cartacei. I libretti dei casi sono particolarmente belli, con una robusta copertina cartonata. Dal punto di vista del materiale, quindi, un lavoro quasi ottimo. Solo le mappe di Carton House e Queen’s Park sono davvero molto sottili.

Per quanto riguarda l’esperienza di gioco, anche sotto questo aspetto il prodotto si attesta su alti livelli di qualità. Le regole sono poche e molto semplici: si legge l’introduzione, si decide dove recarsi e si legge il brano corrispondente nel libro dei casi. Trovare le piste giuste invece non sarà affatto scontato: tutto è affidato alle capacità investigative dei giocatori, alle loro scelte e all’attenzione ai dettagli. Ogni pista che seguirete potrà condurvi più vicino alla soluzione, risultare una perdita di tempo o crearvi dubbi e portarvi fuori strada.

Il tempo di gioco indicato è di 60-90 minuti, ma vi consigliamo di mettere in conto un paio d’ore per procedere con calma e avere tempo per confrontarvi. Parlando di difficoltà, i casi sono di difficoltà variabile, in linea di massima crescente. In generale è difficile che si fallisca l’indagine, tuttavia alcuni aspetti del gioco non sono così semplici, ad esempio stimare le distanza sulla mappa per confermare un alibi, pertanto il gioco è sicuramente più complesso rispetto, ad esempio, agli investigativi tascabili, quindi meno adatto ai giocatori inesperti.

I testi sono curati e ricchi di dettagli, pressoché privi di refusi. Un aspetto che lascia qualche perplessità è la scelta del registro linguistico; in pratica, ci troviamo nella Londra vittoriana ma i testi sono scritti in stile contemporaneo. Forse sarebbe stato opportuno optare per uno stile più conforme all’ambientazione. Ciò nonostante, l’ambientazione si sente e il gioco è molto coinvolgente.

Infine, tenete presente che la strutturazione in paragrafi in stile librogame fa sì che sia possibile che l’occhio cada su paragrafi da non leggere mentre si sfoglia il libretto dei casi. Cercate di evitarlo per non guastare lo svolgimento dell’indagine!

Appendice I: suggerimenti per sfruttare al massimo l’esperienza di gioco


Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park è un gioco molto coinvolgente, che si presta bene a un’esperienza di gioco rilassata. Considerando che ogni caso si può giocare una sola volta, ma anche in generale per rendere ancora più piacevole l’esperienza di gioco, prendetevi il giusto tempo. Non è la scelta adatta se avete un’oretta da riempire di fretta. Piuttosto, optate per un momento tranquillo, scegliete un ambiente non caotico, in cui sia facile concentrarsi. Munitevi di carta e penna e di qualcosa di buono da bere. Poi iniziate.

A ogni turno il capogruppo cambia e decide la pista da seguire (ovviamente parlando e mettendosi d’accordo), ma potete magari decidere di far leggere i brani sempre alla stessa persona mentre gli altri ascoltano e qualcuno annota tutti i dettagli potenzialmente rilevanti. Ricordate: un buon gioco investigativo è come un buon libro: richiede il suo tempo per poterlo gustare fino in fondo!

Anche la compagnia dev’essere quella giusta. Anche se è indicato per 1-8 giocatori, non si tratta di un party game, perciò i gruppi chiassosi sono sconsigliati, così come i giocatori troppo frettolosi o impazienti.

Appendice II: a chi è adatto


Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park è adatto a tutti gli appassionati di giochi investigativi e deduttivi che desiderano mettersi alla prova con un classico del genere. Seppur un po’ snellito rispetto all’edizione originale, il gioco non è semplice, perciò non è consigliato ai giocatori meno esperti. Il gioco in solitario è consigliato a chi ha voglia di gestire da solo una gran quantità di materiale, poiché procedendo con i casi restano a disposizione anche le copie del Times dei casi precedenti da dover essere lette ed analizzate.

Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen’s Park

Sherlock Holmes Consulente Investigativo contiene 10 casi da risolvere per sfidare il maestro dell’investigazione.


Verdetto

Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Carlton House e Queen's Park è un gioco molto coinvolgente, che vi farà sentire veri detective. Questa splendida nuova edizione è caratterizzata da buoni materiali e cura dei dettagli. Si tratta di un classico che non può mancare nella collezione degli appassionati di gialli, ma che può risultare un po' complesso per investigatori alle prime armi.

Pro

- Esperienza di gioco molto coinvolgente
- Difficoltà soddisfacente
- Testi ben scritti e dettagliati

Contro

- La numerazione dei luoghi sulla mappa non segue un criterio chiaro
- Stile di scrittura troppo moderno rispetto all'ambientazione storica