Cinema e Serie TV

Zack Snyder parla per la prima volta dell’abbandono di Justice League

Per la prima volta in assoluto Zack Snyder ha parlato apertamente del suo abbandono della regia di Justice League nel 2007. Il vulcanico regista infatti ha concesso una lunga intervista al giornalista Sean O’Connell per il suo libro intitolato Release the Snyder Cut aprendosi sulla difficile decisione di abbandonare il film praticamente a metà o quasi della sua lavorazione.

Justice League avrebbe idealmente dovuto chiudere la prima fase del DCEU che iniziato già sotto le critiche a Man of Steel e poi deflagrate con quel Batman v Superman: Dawn of Justice in cui era evidente la pressione dettata dalla corsa per uniformare le pellicole DC a quelle della concorrenza il cui progetto era diametralmente opposto a quello concepito dal regista.

Justice League è stato uno dei cinefumetti, per non dire uno dei film, più controversi degli ultimi 20 anni tant’è che la sua realizzazione potrebbe essere accostata ad uno dei grandi capolavori del cinema americano ovvero Via col Vento questo perché le due pellicole sono state accomunate da una lavorazione a dir poco travagliata che, fra attori scontenti e riprese aggiuntive costate milioni di dollari, culminò con l’allontanamento di Zack Snyder dalla regia, avvenuto in concomitanza con un gravissimo lutto famigliare, e l’arrivo di Joss Whedon che nel tentativo di bissare il successo di Avengers ultimò una pellicola acerba che riusciva a raggiungere a fatica il suo scopo ovvero chiudere l’era Snyder.

Foto generiche

Justice League – le parole di Zack Snyder

Le dichiarazioni di Zack Snyder sono molto pacate e personali:

Era arrivato un punto in cui la mia famiglia aveva bisogno di me più che il lavoro e completare il film. Avevo bisogno di starle accanto e onorarla e curarla al massimo delle mie possibilità. Avevo esaurito le energie, quello per combattere contro gli studios e combattere per la mia visione del film. Davvero, zero energie. È questa la motivazione principale, credo. Sicuramente c’è una terra parallela dove mi sono rimboccato le maniche e ho terminato il film. Sono certo che se avessi avuto anche solo un pizzico di energie in più ce l’avrei potuta fare… perché alla fine ogni film è un lotta, no?  Ma non avevo più energie. Sono stato sconfitto da quello che stava succedendo nella mia vita e non mi interessava più nulla…

Snyder fa ovviamente riferimento al suicidio nel marzo del 2007 di una delle sue figlie.

Foto generiche

In attesa di Justice League Snyder Cut

Con il tramonto del DCEU e la nascita dei Worlds of DC però la base di fan di Zack Snyder è rimasta sempre molto vocale facendo registrare nelle sue fila anche gli attori protagonisti del film ma anche insospettabili professionisti del mondo del cinema e dei fumetti che evidentemente avevano percepito la necessità di dare prima di tutto dal punto di vista artistico una possibilità al regista di mostrare il suo lavoro così come originariamente concepito.

Justice League Snyder Cut dovrebbe arrivare a marzo 2021, data ancora da confermare ufficialmente, e Zack Snyder procede spedito nel suo lavoro di “restauro” della sua pellicola, lavoro che passa anche dalla colonna sonora.

Lo scorso 17 novembre, Zack Snyder aveva diffuso uno nuovo trailer di Justice League Snyder Cut. 

Eccolo:

Tuffatevi nei Worlds of DC con questo massiccio cofanetto blu-ray e 4K Ultra HD che raccoglie tutti i film finora usciti.