Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Software

3DMark Port Royal, arriva a gennaio il benchmark per il ray tracing

3DMark è uno dei benchmark di riferimento quando si vogliono valutare le prestazioni di una scheda video spingendola al limite.

Dopo l’introduzione avvenuta qualche mese fa di un benchmark DirectX 12 per le GPU integrate, l’unica cosa che davvero mancava alla suite di UL Benchmarks era un test per valutare le prestazioni delle schede con la tecnologia ray tracing.

L’azienda ovviamente si sta già muovendo per sopperire a questa mancanza e ha fatto sapere che a dicembre, durante le fasi finali del GALAX GOC (contest per overclocker), il benchmark dedicato al ray tracing sarà mostrato al pubblico per la prima volta.

Denominato Port Royal, l’ultima aggiunta a 3DMark servirà per valutare e confrontare le prestazioni delle varie schede che supportano la tecnologia Microsoft DirectX Raytracing. Il benchmark spinge al massimo le GPU e valuta il ray tracing creando riflessi, ombre e altri effetti che sarebbero difficili da creare utilizzando le tecniche di rendering tradizionali.

Secondo UL Benchmarks inoltre 3DMark Port Royal rappresenta un esempio pratico e realistico di cosa l’utenza si può aspettare dai giochi di prossima generazione: effetti ray tracing renderizzati in tempo reale, ad un frame rate ragionevole e a 1440p.

Port Royal è stato sviluppato con l’aiuto di AMD, intel, Nvidia e altre delle maggiori aziende del settore. Anche Microsoft ha avuto un ruolo fondamentale ed ha affiancato il team di sviluppo di 3DMark per riuscire ad implementare al meglio le API DirectX Raytracing.

Il benchmark sarà disponibile a gennaio 2019 per tutte le schede video che supportano il DirectX Raytracing. Al momento quindi si parla solamente delle tre Nvidia GeForce RTX sul mercato, ma secondo UL Benchmarks nel 2019 ci saranno più schede in grado di supportare questa tecnologia.