Storage

Acquisizione di SanDisk: Western Digital in pole position, si chiude a breve?

Nella corsa all'acquisto di SanDisk starebbe prevalendo Western Digital. Il produttore di hard disk, secondo quanto riportato dall'agenzia Reuters, sarebbe in "trattative avanzate" per acquisire il produttore di memoria.

La scorsa settimana Bloomberg ha dato notizia che SanDisk avrebbe assunto una banca per verificare la potenziale vendita del business, in difficoltà a causa del calo del prezzo delle memorie e per problemi d'inventario.

sandisk

Tra le candidate all'acquisto, oltre a Western Digital, anche Micron e la cinese Tsinghua Holdings. In Corea del Sud dicono che alla finestra via sia anche Samsung e qualcuno ha fatto anche il nome di Seagate. Quest'ultime due piste però sono molto più tiepide.

Secondo Reuters "Western Digital ha sinora prevalso sugli altri pretendenti per SanDisk, che ha una capitalizzazione di mercato 14,6 miliardi. Le trattative sono in corso, ma un accordo non è sicuro". L'intesa però potrebbe essere trovata entro la settimana, scrive Bloomberg.

A quanto pare Western Digital valuta Sandisk tra 80 e 90 dollari per azione, mentre SanDisk ha chiuso a 72 dollari nelle contrattazioni di lunedì. Se la trattativa andrà in porto la giapponese Toshiba dovrà dare il benestare all'operazione.

SanDisk, infatti, usa gli impianti di Toshiba per produrre i chip e le due aziende condividono, con la joint venture Flash Forward, diverse proprietà intellettuali. L'azienda nipponica non dovrebbe comunque mettere alcun veto all'acquisto, dato che preferirebbe che SanDisk non si accordasse con la rivale Micron.

Non bisogna inoltre dimenticare come Western Digital abbia ottenuto di recente un investimento di 3,8 miliardi di dollari da parte della cinese Tsinghua Holdings: potrebbe quindi avere la forza economica per affrontare meglio di altri un'operazione di questo tipo.

Sandisk Extreme Pro da 960 GB Sandisk Extreme Pro da 960 GB