CPU

Addio Athlon, Sempron e Phenom: AMD volta pagina

AMD si prepara a dire addio ai processori Athlon, Sempron e Phenom. Nel corso del quarto trimestre di quest’anno la casa di Sunnyvale smetterà di prendere ordini e produrre le CPU basate sulla vecchia architettura K10. Questa decisione è stata presa per velocizzare il passaggio alle nuove piattaforme basate su processori Bulldozer e alle APU Llano e Zacate/Ontario.

AMD Athlon

I processori AM3 rimarranno sul mercato per alcuni mesi, affiancando nell’offerta di AMD i chip di nuova generazione, i tanto attesi Bulldozer. Come è facile dedurre, le CPU AM3 subiranno un riduzione dei prezzi per essere ancora appetibili a fronte delle nuove soluzioni.

A fine anno la gamma di prodotti AMD sarà composta da APU serie A ed E, CPU Bulldozer per la serie FX (Zambezi) e Opteron (Interlagos e Valencia). La produzione delle soluzioni Bulldozer è stata affidata, come per le attuali proposte K10 a GlobalFoundries, adottando però il processo costruttivo a 32nm.

AMD Bulldozer secondo i famosi mattoncini per bambini – Clicca per ingrandire

Secondo persone ben informate, i piani dell’azienda prevedono una riduzione nella produzione dei chip AM3 dal 45-40% (sull’intera produzione) del terzo trimestre al 15% del quarto. AMD per l’ultimo trimestre 2011 stima una quota di produzione di Llano pari a circa il 50% e del 40% in totale per APU serie E e CPU Bulldozer. Per il primo trimestre 2012 è invece previsto un aumento della produzione di chip Llano fino una quota pari al 60%.

L’ultima architettura per cui sono stati adottati i nomi Athlon, Sempron e Phenom è l’attuale K10, introdotta per la prima volta sul mercato alla fine del 2007 e prodotta a 65nm.

Abbandonando i propri marchi più famosi, AMD fa una scelta coraggiosa, cercando di rinnovare la propria immagine e ripescando il suffisso FX, usato in passato per CPU ad alte prestazioni in grado di offrire prestazioni altamente competitive, al livello dei migliori processori Intel.