Monitor

Risultati: FreeSync o G-Sync?

Pagina 3: Risultati: FreeSync o G-Sync?

Risultati: FreeSync o G-Sync?

Partiamo dai risultati generali per poi entrare nei dettagli. Resistete alla tentazione di prendere il primo grafico e usarlo come base per il vostro acquisto. Dopotutto ci sono un paio di fattori in gioco che devono essere discussi in maggior dettaglio, e questo grafico non può catturare tali sottigliezze.

freesync or gsync

29, il 60%, dei nostri partecipanti ha scelto l'esperienza G-Sync. 10 (il 21%) hanno optato per il FreeSync. E nove (circa il 10%) hanno affermato che entrambe le soluzioni erano di qualità identica. Dato il prezzo maggiore del G-Sync, potete quasi contare il voto indeciso  in favore di AMD, in quanto gli indecisi spesso optano per l'hardware più economico a fronte di un'esperienza paragonabile.

Ci aspettavamo che Nvidia ottenesse il maggiore gradimento per almeno un paio di ragioni. Anzitutto, Borderlands, giocato dalla metà dei partecipanti, girava fuori dall'intervallo di refresh variabile del monitor Asus. Avevamo quindi bisogno di capire quanti sondaggi citavano questo titolo come motivo per scegliere il G-Sync.

Secondariamente abbiamo creato un esperimento a parte su due PC usando BF4, che permetteva al FreeSync di rimanere sotto i 90 FPS – nella sua gamma operativa – mentre l'hardware Nvidia veniva spinto a frame rate superiori abbassando le impostazioni di dettaglio. Un quarto dei nostri tester ha partecipato – inconsapevolmente – a questa prova e per questo separeremo le loro risposte da quelle di coloro che hanno giocato a Ultra su entrambe le tecnologie.

Per essere chiari, l'intervallo in cui opera il FreeSync sul monitor di Asus (da 35 a 90 Hz) non è una limitazione della tecnologia di AMD ma piuttosto una conseguenza dello scaler che Asus ha scelto per questo monitor. Volevamo confrontare pannelli simili e abbiamo dovuto fare alcuni compromessi per minimizzare le variabili in gioco.

Universalmente tutti i partecipanti hanno affermato che gli schermi erano incredibili, e sospettiamo che la maggior parte dei giocatori abbia l'MG279Q sulla propria lista dei desideri perché offre una risoluzione nativa QHD, il pannello AHVA di AU Optronics e un refresh rate fino a 144 Hz. Che abbiate abilitato FreeSync o no, è un monitor da gioco da 600 euro, o circa 150 euro in meno dell'equivalente proprosta G-Sync nel momento in cui scriviamo.

Con MG278Q l'Asus ha presentato da poco un pannello TN con FreeSync. L'azienda introdurrà a settembre una linea di prodotti G-Sync con IPS, inclusi uno schermo 4K/60Hz e un modello QHD/144Hz.

biggest difference in game

Andando avanti ad analizzare i dati scopriamo che otto giocatori hanno detto che non c'è stato un singolo gioco che si è distinto più degli altri. Di questi, cinque hanno detto che le due tecnologie sono di pari qualità. Un giocatore ha fatto commenti, senza citare un gioco specifico che lo ha colpito e conferendo a entrambe le tecnologie lo stesso punteggio.

Crysis è stato citato spesso come un gioco in cui è stata osservata una differenza, ma è difficile spiegarla tecnicamente perché il gioco funzionava nell'intervallo del refresh rate variabile con entrambe le tecnologie concorrenti. Quattro dei tester che hanno menzionato Crysis hanno preferito l'esperienza sull'hardware di AMD, otto hanno scelto Nvidia e uno ha detto che le due soluzioni erano uguali, anche se la piattaforma Nvidia con cui ha giocato ha mostrato stuttering durante un'intensa sequenza di gioco.

Per quanto riguarda Borderlands, 11 partecipanti hanno detto di aver visto le differenze più grandi in questo gioco. Nove di questi hanno preferito il G-Sync, uno ha scelto FreeSync, notando che il sistema con la R9 390X sembrava più fluido sia in Borderlands che The Witcher, e uno ha detto che la qualità era identica dopo aver notato del tearing con il FreeSync, ma ha parlato di un'esperienza differente in The Witcher.

Anche se non l'avevamo previsto durante la fase di pianificazione, Borderlands si è rivelato una facile vittoria per Nvidia in quanto le impostazioni di AMD erano destinate al tearing (lasciando il v-sync disabilitato) o stuttering / lag (con v-sync attivo). La maggioranza dei partecipanti è comunque riuscita a notare la differenza.

Secondo otto giocatori Battlefield è stato il gioco che ha dimostrato la maggiore variabilità. In sei hanno preferito quanto visto con il G-Sync, uno ha scelto il FreeSync e l'ultimo ha notato prestazioni più fluide con questo gioco – forse rispetto a Crysis? – ma ha dichiarato che i due sistemi avevano una qualità simile.

The Witcher sembrava meno influente – sette partecipanti hanno visto le maggiori differenze con questo gioco. Tre di questi pensavano che la 390X fornisse una reattività migliore, mentre quattro hanno preferito la coppia GTX 970 e G-Sync. Come con Crysis, sia G-Sync che FreeSync avrebbero dovuto lavorare all'interno dei rispettivi intervalli, in base alle impostazioni scelte. Perciò è difficile dire con certezza quali altri fattori potrebbero aver influenzato il gameplay.

Che dire del mini esperimento con Battlefield 4, in funzione su due workstation sotto i 90 FPS e a due differenti impostazioni, mantenendo il FreeSync al suo livello prestazionale di riferimento con la maggiore qualità e la configurazione Nvidia su High con FPS maggiori?

bf4 both ultra

Bene, tra quelli che hanno giocato sui sistemi con Battlefield a Ultra, tre hanno scelto il sistema AMD, otto l'hardware Nvidia e uno ha detto che erano identici. Anche quando un giocatore sceglieva una tecnologia piuttosto che l'altra, ci è stato detto che entrambe le postazioni erano comunque piuttosto simili e libere da tearing. Altre differenze all'interno del gioco, come i frame rate percepiti, sembrano indirizzare le rispettive scelte.

bf4 amdultra nvidia high

Accanto a queste postazioni avevamo un altro sistema AMD a impostazioni Ultra e uno Nvidia impostato su High. Nuovamente tre giocatori hanno scelto AMD, sette Nvidia e due hanno parlato di qualità identica. Tre partecipanti hanno indicato chiaramente la fluidità in Battlefield 4 come un aspetto che li ha colpiti, e nessuno si è lamentato di una qualità visiva inferiore, nonostante l'impostazione di qualità ridotta e l'assenza di anti-aliasing sui sistemi GeForce. Complessivamente diremmo che sono risultati molto simili.

would you pay extra

34 dei 48 partecipanti hanno affermato che sì, pagherebbero di più per l'esperienza che preferiscono rispetto all'altra configurazione. In 13 hanno detto no. Una risposta non era abbastanza chiara da poter entrare in uno schieramento o nell'altro.

Nove di quelli che hanno detto che spenderebbero di più per l'esperienza migliore hanno scelto la combinazione Radeon R9 390X/Asus MG279Q. 23 hanno scelto l'hardware Nvidia. Quindi il 79% dei partecipanti che ha preferito l'esperienza G-Sync sarebbe disposta a pagare un extra per averla. Ma quanto?

how much more would you pay

Abbiamo chiesto ai partecipanti di quantificare il grado per cui hanno favorito una soluzione piuttosto che l'altra. Non tutte le risposte ricevute erano usabili, ma tra quelle che lo erano 16 hanno affermato che sarebbero stati disposti a spendere fino a 100 dollari in più per un'esperienza migliore. In nove hanno detto che avrebbero potuto spendere 200 dollari in più e tre hanno alzato il tiro ancora di più. Un giocatore ha dichiarato che avrebbe speso il doppio, uno un extra di 200-300 dollari all'anno e un terzo fino a 500 dollari in più per un PC gaming di fascia alta.