CPU

AMD guadagna quote di mercato in tutti i settori nel terzo trimestre

Circa un mese fa facevamo il punto sulla quota di mercato di AMD in ambito desktop, commentando alcune indiscrezioni. Avevamo lasciato la casa di Sunnyvale al 12,3%, ma in base ai dati che abbiamo ottenuto sul terzo trimestre, l’azienda è riuscita a salire al 13%, un aumento di 2,1 punti percentuale rispetto a un anno fa. Un passo avanti figlio sia della lineup competitiva messa in campo sia della situazione di shortage produttivo che sta vivendo Intel.

Le stime, messe nero su bianco da Mercury Research, segnano il terzo trimestre di crescita continua per AMD, capace di guadagnare quote non solo in ambito desktop ma anche nel segmento dei server e dei notebook. A trainare l’azienda guidata da Lisa Su sono stati in particolare i notebook e i PC desktop, dove i processori Ryzen stanno trovando sempre più il favore del pubblico e dei produttori.

La quota di mercato complessiva nel mercato x86, settore IoT (Internet of Things) escluso, ha toccato il 10,6%, in aumento di 1,5 punti rispetto al Q2 2018 e di 3,1 punti rispetto al Q3 2017. Per quanto concerne il settore mobile invece, AMD si è portata al 10,9%, un salto di 2,1 punti sul trimestre precedente e di 4,1 punti sull’anno scorso.

Non abbiamo il dettaglio del settore server, ma i nuovi accordi siglati di recente lasciano trasparire una crescita che dovrebbe essere interessante anche il quel mercato. Il tutto avviene mentre AMD si prepara a svelare maggiori informazioni sui suoi piani nell’evento Next Horizon che l’azienda terrà il 6 novembre, come indicato sul proprio sito web. In quell’occasione AMD dovrebbe parlare di processori a 7 nanometri, attesi nel 2019, in particolare della gamma EPYC – ma non sono escluse altre sorprese.