Accessori PC e Gaming

Apple, l’occasione di risolvere il più grande problema di Magic Mouse è stata sprecata

Assieme alla nuova famiglia di iMac dotati di chip M1, Apple ha annunciato la nascita di un’intera gamma di accessori dedicati. Dalla Magic Keyboard rinnovata con Touch ID, ai trackpad che richiamano le tonalità pastello dei computer, passando per il Magic Mouse che ora è in tinta con i nuovi sistemi. C’è un piccolo grosso problema proprio di quest’ultimo che Apple si è però dimenticata di risolvere…

Apple Magic Mouse 2 ricarica

Annunciate durante l’evento Apple Spring Loaded, le nuove colorazioni di Magic Mouse 2 richiamano le tinte scelte dal brand per personalizzare i rinnovati iMac che essi accompagneranno: blu, verde, argento, giallo, arancione, rosso e viola.

Nell’immaginare questo “redesign” del mouse, però, l’azienda di Cupertino sembra aver dimenticato il motivo per cui tale accessorio è diventato famoso all’interno della community online. Spoiler: non è qualcosa di cui vantarsi.

Apple Magic Mouse 2 ricarica

Sono ben cinque anni e mezzo che Apple ha annunciato questa versione di Magic Mouse eppure non è ancora riuscita a risolvere il più grosso problema che lo affligge: il sistema di ricarica. Sin dal lancio di Magic Mouse 2, gli utenti online si sono scatenati pubblicando messaggi di disappunto riguardo al fatto che è impossibile utilizzare il mouse mentre è in carica.

Non si tratta di un blocco software o di un problema tecnico nel senso letterale del termine, come ricordano i colleghi di The Verge, Magic Mouse non può essere utilizzato mentre ricarica la batteria al litio integrata perché la porta Lightning è posizionata sul fondo!

Credit: The Verge
Apple Magic Mouse 2 ricarica

Il mouse di Apple, dunque, va capovolto per poterlo collegare in ricarica. Ciò significa che se dovesse capitarvi di rimanere senza energia nel bel mezzo di una giornata di lavoro dovrete concedervi una lunga pausa oppure trovare un mouse alternativo. I nuovi colorati Magic Mouse che verranno spediti in bundle con gli iMac 2021 non fanno eccezione.

Sono anni che i mouse wireless di altri brand hanno trovato la soluzione più comoda e semplice, ovvero quella di posizionare la porta di ricarica (possibilmente non proprietaria) nella parte superiore dei propri prodotti in modo che possano semplicemente essere utilizzati come mouse cablati all’occorrenza.

Non è la prima volta che Apple fa un simile “scivolone” nel design di un prodotto. Ricordiamoci in che modo doveva essere ricaricata l’originale Apple Pencil, collegandola andava collegata direttamente alla porta Lightning di iPad Pro, tuttavia quest’ultimo problema è stato risolto con la generazione successiva capace di ricaricarsi per induzione quando collegata al tablet magneticamente.

Apple Mac Mini con chip M1, 8GB di RAM e 256GB di memoria interna è disponibile su Amazon a prezzo scontato, non fatevelo scappare!